Pubblicità

Alcool e rimpianti post-sesso

0
condivisioni

on . Postato in News di psicologia | Letto 1159 volte

5 1 1 1 1 1 Votazione 5.00 (7 Voti)

Secondo un nuovo studio, l'assunzione di alcool ha maggiori probabilità di provocare rimpianti succesivi ad un rapporto sessuale rispetto al consumo di droghe come la marijuana o l'ecstasy.

alcoolSecondo una nuova ricerca pubblicata sulla rivista Psychology & Sexuality, ‘l'esperienza del rimpianto’ dopo un rapporto sessuale è più comunemente associata all'assunzione di alcool rispetto a quella della marijuana o dell'ecstasy.

"Molti studi suggeriscono che l'uso di vari farmaci aumenta le possibilità di comportamenti sessualmente rischiosi, ma pochi hanno esaminato concretamente gli effetti sessuali delle droghe", ha riferito Joseph J. Palamar della New York University, corrispondente ed autore principale dello studio.

"L’uso del preservativo è importante. Tuttavia, limitare la ricerca soltanto a questo comportamento ignora  le effettive risposte sessuali associate all'uso di droghe che possono in effetti influenzare la decisione di fare sesso con o senza preservativo ".

Pubblicità

I ricercatori hanno selezionato per il loro studio 679 partecipanti, assidui frequentatori di discoteche e festival a New York, indagando le loro abitudini sull’ uso di alcool, marijuana ed ecstasy. I partecipanti avevano tra i 18 e i 25 anni.

Gli studiosi scoprirono che l'alcool veniva utilizzato più frequentemente rispetto alla marijuana o all'ecstasy per far sentire le persone più attraenti ed allo stesso tempo più attratte dagli altri. L'alcool era inoltre più comunemente associato a reazioni negative legate al sentimento di rimpianto dopo un rapporto sessuale.

"Sebbene l’uso delle droghe sia associato ad un variabile livello di rischio sessuale", ha riferito Palamar. "L'assunzione di alcool è probabilmente più rischiosa in quanto l'uso non è solo così comune, ma anche promosso in gran parte della società."

"Il rimpianto post-sesso è estremamente comune nelle persone che fanno uso di alcool in quanto gli utenti possono connettersi con qualcuno con cui normalmente non farebbero mai sesso".

I ricercatori hanno anche scoperto che l'uso di ecstasy era associato ad un maggiore piacere sessuale e ad una maggiore sensibilità corporea.

L'alcool e l'ecstasy erano più comunemente legati all'aumento del desiderio sessuale rispetto alla marijuana.

Per gli uomini, l’assunzione di alcool ed ecstasy era più spesso associata a disfunzioni sessuali rispetto all’uso della marijuana. Contrariamente a ciò, invece, per le donne, la marijuana e l'ecstasy erano più spesso associate a disfunzioni sessuali rispetto al consumo di alcool.

"Affidandoci a metodologie di autovalutazione, lo studio presenta i suoi limiti", ha affermato Palamar. "L'uso di più droghe allo stesso tempo è comune nella popolazione, quindi potrebbe essere stato difficile per alcuni utenti distinguere tra gli effetti delle diverse droghe. Allo stesso tempo, sappiamo che molte sostanze possono  influire sulla memoria, quindi il ricordo delle esperienze sessuali potrebbe essere stato in qualche modo compromesso. "

Co-autori dello studio “A comparison of self-reported sexual effects of alcohol, marijuana, and ecstasy in a sample of young adult nightlife attendees” sono  Marybec Griffin-Tomas, Patricia Acosta, Danielle C. Ompad e Charles M. Cleland.

 

Tratto da Psy post

 

(Traduzione e adattamento a cura della Dottoressa Emanuela Torrente)

 

Ti è piaciuto l'articolo che hai appena letto e vuoi essere informato sulle novità che vengono pubblicate su Psiconline.it?
Iscriviti alle nostre newsletter settimanali per essere in continuo contatto con la psicologia!

I agree with the Privacy e Termini di Utilizzo
 
Pubblicità
Vuoi conoscere il nome di uno psicologo e/o psicoterapeuta
che lavora nella tua città o nella tua regione?
Cercalo subito su

logo psicologi italiani
Corsi, Stage, Informazioni per formare e far crescere i Professionisti della Psicologia
Logo PSIConline formazione

 

 

Tags: sesso alcool rimpianto news di psicologia ecstasy

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Perché andare in psicoterapia?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Adolescente invisibile (154452…

Luisa, 50     Sono madre di un ragazzo di quasi diciassette anni, situazione familiare conflittuale con un padre/bambino, geloso dell'amore di un...

Fuori da ogni gioco (154369450…

Elgiro, 59     Altro. Non saprei in che altra categoria infilarmi. Alla mia età, dopo aver provato e riprovato, ci si sente stanchi, rabbiosi e o...

Non so piu' che fare (15433284…

Gigia 2019, 32     Buongiorno, io ho bisogno di aiuto . Voglio farla finita perche' non riesco piu' a reggere le mie giornate da incubo con un uo...

Area Professionale

Distinguere tra disturbo evolu…

È difficile distinguere tra disturbo evolutivo e difficoltà di lettura? Significatività clinica di un Trattamento di Difficoltà di Lettura in soggetto di quarta...

La legge 4/2013 ha davvero nor…

Molto si è parlato a riguardo della legge 4/2013 che cerca di dare un inquadramento legislativo alle professioni non organizzate in ordini e collegi. Con que...

Il counselling non può essere …

Maria Sellini, Segretario Generale dell'AUPI, ha inviato una lettera al Quotidiano Sanità affrontando il problema del counselling. La riportiamo integralmente, ...

Le parole della Psicologia

Disforia di genere

"Per un momento ho dimenticato me stesso, per un momento sono stato solo Lili." The Danish Girl Con il termine Disforia di genere si fa riferimento all’insoddi...

Empatia

Il termine empatia si riferisce alla capacità di una persona di partecipare ai sentimenti di un'altra, nel “mettersi nei panni dell’altro”, entrando in sintonia...

Agorafobia

Il termine agorafobia viene dal greco e letteralmente significa: "paura degli spazi aperti”. Le persone che ne soffrono temono perciò lo spazio esterno, vissuto...

News Letters

0
condivisioni