Pubblicità

La follia ritrovata

0
condivisioni

on . Postato in Libri e riviste | Letto 420 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)

La follia ritrovataIntendevo scrivere della follia, e non farne un trattato teorico, volendo mostrare come essa non sia altro che la messa in campo del desiderio, la follia che viene dalla verità di un desiderio rimosso, che da questa è prodotta affinché il desiderio stesso abbia possibilità di esistenza concreta e materiale nell’atto che lo fa esistere per ciascuno e nei confronti dell’oggetto cui si rivolge, introducendo una realtà che resta incomprensibile a chi ne è il sub-iectum il quale, nondimeno, non può sottrarsi alla propria follia e in cui le pretese della volontà mostrano tutte la loro inconsistenza ed evanescenza costringendo il nostro soggetto a restarne in balìa oltre ogni sua intenzione e consapevolezza.


L’intento di questo scritto è, dunque, quello di mostrare che la follia è indipendente quanto estranea a ogni produzione del pensiero e allo stesso tempo di precisare che la psicanalisi nasce dalla considerazione della follia quale stato essenziale e costitutivo della condizione umana. Entriamo e usciamo dalla follia continuamente, e senza rendercene conto. Nella follia si esprime la verità più propria e intima di un essere umano.


Dunque, non ho voluto scrivere un trattato teorico sulla follia, né, tantomeno, un libro di interpretazioni o prescrizioni cliniche o di tecniche che vogliano curare o spiegare la follia. Voglio qui, invece, porre in evidenza la mentalità che regge ogni discorso intorno alla follia. Voglio pormi a monte di qualunque considerazione clinica o tecnica, per riaprire un pensiero introduttivo, preliminare a ogni considerazione sulla follia, prima di approcciare un qualunque percorso clinico che pretende, e s’illude, di rivolgersi alla sua cura.


In definitiva mi rendo conto di non aver fornito questi temi di una conclusione che rappresenti, o s’illuda di determinare, una teoria in grado di dare consistenza alla follia, e questo perché, alla fine, se devo pensare a una conclusione, posso dire solo che è la follia che dà consistenza agli uomini.
Un’occasione per andare oltre l’handicap intellettuale di cui tutti soffriamo quando siamo immersi nella normalità.

“La follia è rara negli individui, Ma è la regola nei gruppi, nei popoli, nei partiti, nelle epoche” (F. Nietzsche)
“Quando un pazzo sembra del tutto ragionevole, è il momento di mettergli la camicia di forza” (E. Allan Poe)

 

Ti è piaciuto l'articolo che hai appena letto e vuoi essere informato sulle novità che vengono pubblicate su Psiconline.it?
Iscriviti alle nostre newsletter settimanali per essere in continuo contatto con la psicologia!

Scegli come ricevere la newsletter:
I agree with the Privacy e Termini di Utilizzo
 
Pubblicità
Vuoi conoscere il nome di uno psicologo e/o psicoterapeuta
che lavora nella tua città o nella tua regione?
Cercalo subito su

logo psicologi italiani
Corsi, Stage, Informazioni per formare e far crescere i Professionisti della Psicologia
Logo PSIConline formazione

Tags: realtà consavolezza desiderio rimosso inconsistenza evanescenza balia intenzione considerazione clinica follia ritrovata

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Cosa ne pensi delle Tecniche di Rilassamento e della Meditazione?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Essere spocchioso... (15472251…

Paolo, 42     Quali sono i significati profondi e psicologici di una persona "spocchiosa" ? ...

Senso di colpa (1547112077890…

Pietro, 25     Buongiorno, intorno all’età tra i 10 e i 13 anni mi è capitato più volte di “toccare” (senza costrizione) mia cugina più piccola (...

Mio fratello ha tentato il sui…

Sofia, 19     Salve, scrivo per mio fratello. Si chiama Lorenzo ed ha 19 anni. ...

Area Professionale

Distinguere tra disturbo evolu…

È difficile distinguere tra disturbo evolutivo e difficoltà di lettura? Significatività clinica di un Trattamento di Difficoltà di Lettura in soggetto di quarta...

La legge 4/2013 ha davvero nor…

Molto si è parlato a riguardo della legge 4/2013 che cerca di dare un inquadramento legislativo alle professioni non organizzate in ordini e collegi. Con que...

Il counselling non può essere …

Maria Sellini, Segretario Generale dell'AUPI, ha inviato una lettera al Quotidiano Sanità affrontando il problema del counselling. La riportiamo integralmente, ...

Le parole della Psicologia

Temperamento

La psicologia definisce temperamento “L’insieme di disposizioni comportamentali presenti sin dalla nascita le cui caratteristiche definiscono le differenze indi...

Agorafobia

Il termine agorafobia viene dal greco e letteralmente significa: "paura degli spazi aperti”. Le persone che ne soffrono temono perciò lo spazio esterno, vissuto...

Manierismo

Questo termine sta ad indicare un uso dei mezzi espressivi eccessivo e sovraccarico, cioè una mimica, un comportamento ed un linguaggio privi di naturalezza o s...

News Letters

0
condivisioni