Pubblicità

Pedofilia femminile: sguardo introduttivo.

0
condivisioni

on . Postato in Relazioni, Coppia, Famiglia | Letto 1538 volte

5 1 1 1 1 1 Votazione 5.00 (1 Voto)

L’esistenza anche di un femminile capace di abusare dei bambini è una realtà concreta ma poco conosciuta. proviamo a parlarne in modo approfondito attraverso alcuni articoli dedicati.

pedofilia femminile

Parlare di donne pedofile rappresenta un argomento che suscita ancora molta 'sorpresa', è un argomento in contrasto con le 'regole' sociali e culturali insite nella società in cui viviamo.

La pedofilia femminile è più rara di quella maschile e spesso rappresenta una condizione critica della salute mentale di chi la attua. È chiaramente difficile comprendere come una figura così importante e di riferimento nella società, se pensiamo al ruolo di madre, amica e baby-sitter, possa essere protagonista di una così efferata storia di abusi.

Sono state osservate delle specifiche caratteristiche nelle donne pedofile. Sono emerse storie pregresse di maltrattamento infantile, di disturbi mentali, assenza di intimità o difficoltà nelle relazioni intime, una predisposizione a scegliere come vittime soprattutto bambini e adolescenti di sesso maschile, con una tendenza ad agire contro i propri familiari.

Molto spesso si tratta di donne passive e dipendenti che vengono costrette ad agire con abusi sessuali sui propri figli; altre nutrono, a seguito di storie incestuose, fantasie sessuali devianti e una tendenza ad abusare di figure vicine come i propri bambini.

Esistono donne con difficoltà nelle relazioni con i partner coetanei che rivolgono le loro 'attenzioni' a minori pre-adolescenti con i quali intrattengono relazioni di fiducia a volte attraverso il loro ruolo di insegnante.

Pubblicità

Le vittime confuse da tali atteggiamenti di protezione, spesso non considerano tali pratiche sessuali come devianti.

La pedofilia femminile può rendersi protagonista anche del fenomeno del turismo sessuale, poiché recandosi in paesi in cui la mercificazione dei minori è socialemente accettata, si rende spesso protagonista di attività sessuale con adolescenti.

Esiste anche il lato passivo della pedofilia femminile o di pre-pedofilia, che indica un atteggiamento non direttamente agito dalla donna nei confronti di un bambino quanto piuttosto condiviso. Il vero protagonista in questi abusi è l’uomo, di cui la donna è complice, la quale non si assume le sue responsabilità poiché non si percepisce come la protagonista principale dell'evento.

Le molestatrici solitamente sono conoscenti delle vittime: la baby-sitter, la vicina di casa o comunque una figura di fiducia.

È un crimine poco denunciato e rare sono le donne che si sottopongono ad una terapia psicologica, uno dei motivi è che nella maggior parte dei casi sono madri ed in questi casi i figli non riescono ad accusarle.

Poichè nella maggior parte dei casi delle donne che hanno riferito di avere agito contro un minore riferiscono di aver subito a loro volta un abuso in età scolare, si può individuare questo comportamento come una coazione a ripetere ma è chiaro che ci si trova di fronte ad una serie di meccanismi complessi che vanno ben oltre l'identificazione con l'aggressore.

Chiusa questa breve introduzione, vi invitiamo a leggere gli articoli seguenti che scandagliano in modo più completo il problema della pedofilia femminile.

 

 

Riferimento:

  • Pedofilia rosa. Il crollo dell'ultimo tabù di Loredana B. Petrone ed Eliana Lamberti. Magi Edizioni.

 Di seguito riportiamo i link per leggere gli articoli sulla Pedofilia Femminile:

 

(a cura della dott.ssa Assunta Giuliano)

 

 

 

 

 


Scrivi articoli di psicologia e psicoterapia e ti piacerebbe vederli pubblicati su Psiconline?
per sapere come fare, Clicca qui subito!
 
Pubblicità
Stai cercando un pubblico specifico interessato alle tue iniziative nel campo della psicologia?
Sei nel posto giusto.
Attiva una campagna pubblicitaria su Psiconline
logo psicologi italiani
Corsi, Stage, Informazioni per formare e far crescere i Professionisti della Psicologia Logo PSIConline formazione

 

 

 

Tags: pedofilia, figura femminile abusare

0
condivisioni

Guarda anche...

Psicopatologia

L'abuso narcisistico

Conoscere e comprendere l'abuso narcisistico, una forma di violenza psicologica, attraverso le caratteristiche di personalità del manipolatore di Mina Rienzo L'abuso narcisistico è una forma di...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Quanto sei soddisfatto della tua vita?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Pensiero ossessivo (1624140870…

Fabio, 34 anni     Gentile Dottoressa/Dottore! Mi chiamo Fabio e 5 anni fà ho commesso un errore di tipo erotico.Ho cominciato a scambiare dei...

Problemi con marito [162342796…

Viola, 38 anni     Buongiorno, avrei bisogno di un consulto per dei problemi con mio marito.Mio marito è molto irascibile ma oltre a urlare no...

Ansia e paura nella guida [162…

Clarissa, 22 anni       Salve, vi scrivo perchè da un paio di mesi sto facendo le guide in autoscuola ma la sto vivendo un po' male...

Area Professionale

La trasmissione intergenerazio…

Modificazioni epigenetiche nei figli di sopravvissuti all’Olocausto I figli di persone traumatizzate hanno un rischio maggiore di sviluppare il disturbo post-t...

Il Protocollo CNOP-MIUR e gli …

di Catello Parmentola CNOP e MIUR hanno firmato nel 2020 un Protocollo d'intesa per il supporto psicologico nelle istituzioni scolastiche. Evento molto positiv...

Come gestire il transfert nega…

Per non soccombere alle proiezioni negative del transfert, lo psicoterapeuta deve conoscere con convinzione ciò che appartiene alla psiche del paziente e ciò ch...

Le parole della Psicologia

Arpaxofilia

L'arpaxofilia è una parafilia, riguarda l'eccitazione sessuale che si prova nell’essere derubati, quindi quando ci si trova in una situazione di pericolo. Vist...

Akinetopsia

L'akinetopsia o achinetopsia è un deficit selettivo della percezione visiva del movimento. I pazienti con questo deficit riferiscono di vedere gli oggetti in...

Demenza Semantica

Con la locuzione demenza semantica o SD (dall'inglese semantic dementia) si fa riferimento ad un particolare tipo di demenza frontotemporale il cui esordio è ca...

News Letters

0
condivisioni