Pubblicità

Stuzzicadenti e violenza (1452890763373)

0
condivisioni

on . Postato in Altro | Letto 1029 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)

le risposte dellespertoSpada28, 25

 

D
    

Gentilissimo staff Psiconline, desidero rivolgervi una domanda che mi sorge da un po' di tempo a questa parte.

Perchè quando ho tra i denti uno stuzzicadenti sento il bisogno irrefrenabile di usare violenza? Ad esempio, mi capita di voler stringere con forza le braccia o il collo o qualsiasi altra parte del corpo della mia partner o di un amico con cui ho confidenza, mentre stringo trai denti lo stuzzicadenti. Mi succede soprattutto con i canini.

Ovviamente, quando vedo che la persona sente dolore mi fermo subito (prima però devo gettare lo stuzzicadenti altrimenti il bisogno risorge entro qualche attimo). Attendo una risposta perchè non so se il problema è di natura psicologica.
Grazie anticipatamente per il vostro lavoro.

 


consulenza psicologica

Vuoi richiedere una consulenza gratuita online ai nostri Esperti?
Clicca qui e segui le istruzioni. Ti risponderemo al piu' presto!

 

Pubblicità

 

 


 

R

 


Gent.le Spada,

come lei stesso dice si tratta di una questione psicologica, difficilmente analizzabile partendo dai pochi elementi a disposizione nella sua mail.
Posso dirle che probabilmente lo stuzzicadenti suscita in lei fantasie sadiche che la spingono a un irrefrenabile bisogno di usare violenza.

Analizzando la sua storia e i suoi ricordi infantili sarebbe probabilmente possibile risalire a qualcosa di appuntito e pungente, come un ago o uno stuzzicadenti che ha suscitato in lei per la prima volta sensazioni particolari, potrebbe trattarsi anche di situazioni che lei in qualche modo ha subito passivamente (punizioni, iniezioni, ospedalizzazioni o altro) e che ora tende a riproporre passando nella fase di aggressore, nel tentativo di dominare una situazione nella quale si è sentito impotente.

Oppure potrebbe essere semplicemente il suo modo di sentirsi forte e dominante in una situazione in cui si sente debole e frustrato.. sarebbe in ogni caso necessario fare un dialogo approfondito che permatta di esplorare varie aree della sua vita e dei suoi rapporti attuali con le persone verso le quali tali comportamenti si presentano al fine di avere un quadro più chiaro.

 

(a cura della Dottoressa Sara Ingrosso)

 

Pubblicato in data 26/01/2016

 


Scrivi articoli di psicologia e psicoterapia e ti piacerebbe vederli pubblicati su Psiconline?
per sapere come fare, Clicca qui subito!

Ti è piaciuto l'articolo che hai appena letto e vuoi essere informato sulle novità che vengono pubblicate su Psiconline.it?
Iscriviti alle nostre newsletter settimanali per essere in continuo contatto con la psicologia!

Scegli come ricevere la newsletter:
I agree with the Privacy e Termini di Utilizzo
 
Pubblicità
Stai cercando un pubblico specifico interessato alle tue iniziative nel campo della psicologia?
Sei nel posto giusto.
Attiva una campagna pubblicitaria su Psiconline
logo psicologi italiani
Corsi, Stage, Informazioni per formare e far crescere i Professionisti della Psicologia Logo PSIConline formazione

 

 

 

Tags: corpo violenza partner stuzzicadenti stringere forza amico natura psicologica fantasie sadiche ricordi infantili aggressore

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Cosa fare di fronte alla crisi?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Rapporti nonni-nipoti [1619430…

soffice, 42 anni     Gentili dottori, vi chiedo un parere circa l’atteggiamento da tenere verso il padre di mio marito, nonno della nostra bam...

Ho fallito in tutto sono depre…

Alessandro, 62 anni.     Ho 62 anni e sono arrivato ad uno stadio di depressione da cui non vedo possibilità di uscita, sono disperato ormai. ...

Due nemici sotto lo stesso tet…

maria, 69 anni     Salve ! Sto vivendo un momento abbastanza difficile e complicato della mia vita e da sola non riesco ad uscirne, ecco perch...

Area Professionale

Esame di Stato Psicologi 2021

In questo breve articolo ci soffermeremo sulla modalità di svolgimento dell'Esame di Stato (EDS) per la professione di Psicologo/a, ad un anno dall'esperienza p...

Il modello Kübler-Ross: le cin…

Nel 1969, Elizabeth Kübler-Ross, lavorando con pazienti terminali, ha ideato un modello in cui venivano presentate le cinque fasi del dolore: diniego, rabbia, c...

Sistema Tessera Sanitaria - No…

ultimi aggiornamenti sull' utilizzo della Tessera Sanitaria per psicologi.   Uno fra tutti è il cambio del termine per la comunicazione online delle sp...

Le parole della Psicologia

Funzione riflessiva

“La funzione riflessiva è l’acquisizione evolutiva che permette al bambino di rispondere non solo al comportamento degli altri, ma anche alla sua concezione dei...

Ofidiofobia

L’ofidiofobia (dal greco ὄφις ophis "serpente" e φοβία phobia "paura") è la paura patologica dei serpenti. Il paradigma (ovvero il modello di riferimento) alla...

Apprendimento globale

L'appredimento globale riguarda il nostro modo personale di affrontare un problema. Come viene appreso l'ambiente intorno a sé e come vengono acquisite nuove...

News Letters

0
condivisioni