Pubblicità

Cerco risposte e aiuto (1535155223121)

0
condivisioni

on . Postato in Depressione | Letto 803 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)

le risposte dellespertoGiorgia, 18

domanda

 

 

Salve, mi chiamo Giorgia ed ho quasi 18 anni. Vorrei cercare di capire qual è il mio problema, prima di perdere totalmente il controllo sulla mia vita.

Premetto che ho già avuto contatti con una psicologa in passato a causa di violenti attacchi di panico che mi si presentavano regolarmente.

È da molti anni che convivo con alti e bassi emotivi. Due mesi fa il mio ragazzo è partito per lavoro e da allora credo che dentro di me sia scattata qualcosa.
Ho allontanato tutti gli amici rifugiandomi nel lavoro (che essendo fuori città mi ha aiutato nel mio intento).

Tuttora provo fastidio se la gente si interessa di me. Ho perso l’interesse per lo svago fuori casa, mi sento a disagio ad uscire dalla mia zona comfort. La notte ho problemi a prendere sonno, sono super pimpante e quelle poche volte che mi addormento, mi sveglio ogni due ore.

Di giorno invece sono perennemente stanca, anche le attività sedentarie come guardare un film mi appaiono tremendamente stancanti e avrei voglia solo di dormire.Per non parlare di attività fisiche vere e proprie come camminare!

Ho un deficit dell’attenzione, non riesco a stare concentrata sullo stesso argomento per più di 5 minuti, dimentico spesso cosa volevo dire e parlo tanto veloce che molti hanno difficoltà a seguirmi. Anche quando sono riposata tutti dicono di vedermi stanca. La cosa più grave è che sento di stare perdendo il controllo sulle mie emozioni.

Ho sbalzi d’umore continui, paranoie, ansia, e sono costantemente irritata e sull’orlo di una crisi di pianto. Non so quante volte al giorno piango e mi sento sbagliata, colpevole ed inutile.

Vi prego, aiutatemi.

 


consulenza psicologica

Vuoi richiedere una consulenza gratuita online ai nostri Esperti?
Clicca qui e segui le istruzioni. Ti risponderemo al piu' presto!

 

Pubblicità

 

 


 

risposta

 

 

Carissima Giorgia, ritengo sia opportuno in base ai sintomi da te descritti richiedere di nuovo un accompagnamento psicologico per poter affrontare questo momento stressante.

In base a ciò che tu riferisci mi sembra di comprendere che non riesci a vivere bene i cambiamenti o novità (trasferimento fidanzato) e che per te è necessario avere il tuo fidanzato vicino. A tal riguardo puoi parlarne con lui in modo da avere una progettualità comune che nel tempo vi consentirà di superare ogni difficoltà legate alla distanza.

E' importante che tu possa riconoscere i tuoi bisogni di vita, ricercando il più possibile un equilibrio personale, con la famiglia di origine, con il fidanzato e con il lavoro.

 

Pubblicato il 07/09/2018

 

A cura della Dottoressa Iolanda Lo Bue

 


Scrivi articoli di psicologia e psicoterapia e ti piacerebbe vederli pubblicati su Psiconline?
per sapere come fare, Clicca qui subito!

Ti è piaciuto l'articolo che hai appena letto e vuoi essere informato sulle novità che vengono pubblicate su Psiconline.it?
Iscriviti alle nostre newsletter settimanali per essere in continuo contatto con la psicologia!

Scegli come ricevere la newsletter:
I agree with the Privacy e Termini di Utilizzo
 
Pubblicità
Vuoi conoscere il nome di uno psicologo e/o psicoterapeuta che lavora nella tua città o nella tua regione? Cercalo subito su logo psicologi italiani
Corsi, Stage, Informazioni per formare e far crescere i Professionisti della Psicologia Logo PSIConline formazione

 

 

 

Tags: depressione consulenza online gratuita aiuto

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Dopo tanto il nuovo Psiconline è arrivato. Cosa ne pensi?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Morte del padre senza emozioni…

 bianca, 54 anni     Buongiorno Dottori, da qualche settimana è morto mio padre di 81 anni dopo una breve malattia. Non ho mai avuto un b...

Il mio fidanzato mi umilia [1…

Ragazza991, 19 anni         Buonasera,   sono fidanzata da due anni, e ormai è da un anno o poco più che ogni volta che gl...

Aiuto [1610926691822]

Brigida, 38 anni     Buonasera, sono una mamma disperata. Vi scrivo per un consulto in merito a mia figlia Giulia di 9 anni. Da un annetto circ...

Area Professionale

Il modello Kübler-Ross: le cin…

Nel 1969, Elizabeth Kübler-Ross, lavorando con pazienti terminali, ha ideato un modello in cui venivano presentate le cinque fasi del dolore: diniego, rabbia, c...

Sistema Tessera Sanitaria - No…

ultimi aggiornamenti sull' utilizzo della Tessera Sanitaria per psicologi.   Uno fra tutti è il cambio del termine per la comunicazione online delle sp...

Protocollo CNOP-MIUR, Bandi e …

Brevi considerazioni sul Protocollo CNOP-MIUR per il supporto psicologico nelle istituzioni scolastiche e sue implicazioni/intersezioni con il Codice Deontologi...

Le parole della Psicologia

Sindrome da Alienazione Parent…

La Sindrome da Alienazione Parentale (PAS) è un disturbo che insorge quasi esclusivamente durante la fase di separazione o divorzio ed aumenta quando si verific...

Masochismo

Deviazione sessuale di meta che spinge l'individuo a cercare l'eccitazione e il piacere solo attraverso la violenza fisica o morale che gli viene inflitta. Spes...

Atarassia

L’atarassia (dal greco “ἀταραξία”, assenza di agitazione o tranquillità) è «la perfetta pace dell’anima che nasce dalla liberazione delle passioni» secondo la f...

News Letters

0
condivisioni