Pubblicità

Che cos'ho? (1539793185617)

0
condivisioni

on . Postato in Depressione | Letto 560 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)

le risposte dellespertoJules, 26

domanda

 

 

Sono una persona che se le da fastidio qualcosa si toglie dalla situazione senza rompere troppo le scatole ma se vengo tirata in mezzo perdo ogni freno; divento violenta, volgare con un vero e proprio istinto di far del male a chi ho davanti pur di non sentire piu la sua voce.

Non so fidarmi di nessuno, nemmeno del mio ragazzo con il quale il rapporto sta andando lentamente a disfarsi, non riesco ad essere affettuosa ma ogni volta che mi minaccia di lasciarmi, l'idea di perdere LUI mi fa venire voglia di suicidarmi. A 19 anni ho tentato il suicidio e da lì non sono più riuscita a tirarmi su.

Mi è stato diagnosticato un disturbo di tipo borderline ma non mi sento malata. Ho sempre pensato che fosse il mio carattere cresciuto così per via del bullismo scolastico e spesso anche famigliare. Ho iniziato a non fidarmi, a non mangiare e ad odiare me stessa. Oggi ho avuto l'ennesima discussione con il mio ragazzo e mi rendo conto da sola di fare cose strane spesso, ma me ne rendo conto solamente dopo, quando il peggio è passato e vengo assalita dai sensi di colpa. Un' altra cosa di cui non riesco mai a liberarmi davvero è il passato: ogni cosa riporta la mia mente a cose già successe e a fare paragoni spesso assurdi ed inverosimili.

Dopo aver tentato il suicidio ho iniziato ad usare droghe sintetiche come cocaina e schifezze varie e la cosa che mi ha portato a smettere è stato lo spavento preso quando mi rendevo conto che stavo bene solo da fatta (il periodo è stato di sei mesi e lo facevo solo nei weekend bene o male che sia). Mi rendo conto da sola che questo messaggio non ha senso è tutto scollegato e probabilmente anche grammaticalmente scorretto ma non so come espormi... Mi sento confusa, spaventata come se fossero tutti pronti ad attaccarmi alle spalle. Ho paura di chi mi passa accanto sul marciapiede, sopratutto se si tratta di un uomo, controllo la borsa 18 volte dall'ingresso del supermercato al primo scaffale per paura che mi venga aperta la borsa e portato via il portafoglio (la cosa che più mi preoccupa è la figuraccia che farei alla cassa e la patente, le macchine sono la mia passione piu grande!!).

Amo mia madre ed il mio ragazzo ma spesso non faccio altro che fargli del male perche non riesco a fare differenza tra affetti e persone sconosciute.... Mi sento una merda piena, più mi sforzo di cambiare me stessa, più mi rendo conto che non faccio altro che peggiorare le cose caricandomi di altro stress e sfogandolo su altri. Non mi sento a posto con me stessa e con gli altri...

Non riesco a capire che ho, perchè il mio vecchio psicologo non sia riuscito ad aiutarmi e perchè mi vengano affibbiate addosso parole come borderline, bipolare, stress post traumatico. Nessuno mi spiega, mi dicono che ho e non mi aiutano davvero. Vogliono che usi psicofarmaci ma non voglio, sono gia scappata con la droga e scappare con altre droghe, anche se legali, a me non va bene!!! Voglio combattere e voglio allontanare questa roba che mi porto nel petto e dimenticarla: ho sempre un sasso sul petto e ultimamente mi sta passando ancora la fame e ho paura. Vorrei solo un consiglio... un aiuto.... Grazie mille!!!

 


consulenza psicologica

Vuoi richiedere una consulenza gratuita online ai nostri Esperti?
Clicca qui e segui le istruzioni. Ti risponderemo al piu' presto!

 

Pubblicità

 

 


 

risposta

 

 

Carissima Jules,
comprendo bene che la tua situazione è un po’ difficile da affrontare da sola. Per cui sostengo che rapidamente sia necessario trovare un supporto psicologico da parte di una psicoterapeuta che sia in grado di comprenderti ed allo stesso tempo possa essere forte per aiutarti nei momenti depressivi o di aggressività eccessiva. Leggendo la tua storia credo che nel tuo cuore porti una sofferenza grande per qualche evento della tua vita o che non ricordi o che comunque non hai citato.

Quindi ti auguro di poter affrontare quello che ti addolora di più nel tuo cuore non da sola, ma con un professionista, ed allo stesso tempo rispetto al tuo rapporto con gli uomini è importante che tu possa rivedere anche il tuo rapporto con la figura paterna.
Ti auguro di ritrovare la serenità perduta lungo la tua vita.

 

Pubblicato il 19/10/18

 

A cura della Dottoressa Iolanda Lo Bue

 


Scrivi articoli di psicologia e psicoterapia e ti piacerebbe vederli pubblicati su Psiconline?
per sapere come fare, Clicca qui subito!

Ti è piaciuto l'articolo che hai appena letto e vuoi essere informato sulle novità che vengono pubblicate su Psiconline.it?
Iscriviti alle nostre newsletter settimanali per essere in continuo contatto con la psicologia!

Scegli come ricevere la newsletter:
I agree with the Privacy e Termini di Utilizzo
 
Pubblicità
Vuoi conoscere il nome di uno psicologo e/o psicoterapeuta che lavora nella tua città o nella tua regione? Cercalo subito su logo psicologi italiani
Corsi, Stage, Informazioni per formare e far crescere i Professionisti della Psicologia Logo PSIConline formazione

 

 

 

Tags: depressione consulenza online gratuita disturbo borderline

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Cosa fare di fronte alla crisi?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Problematiche relazionali [160…

m, 20 anni Salve, recentemente dei Miei amici mi hanno detto che dovrei vedere un terapeuta perché secondo loro ho dei problemi a capire come relazionarmi ...

Genitori che non ti accettano …

alice, 25 anni Buongiorno,scrivo perchè mi trovo in una situazione veramente difficile e ho bisogno di un consiglio. Dalla tarda adolescenza non sono mai a...

Attacco di panico [16046547539…

NoNickname1, 18 anni Sono in un periodo difficile. ...

Area Professionale

Il disturbo pedofilico

Secondo il DSM-5 i criteri per diagnosticare ciò che prende il nome di disturbo pedofilico sono definiti come esperienze ricorrenti di eccitazione sessuale inte...

La psicologia forense

La psicologia forense, come definita dall'American Psychological Association è l'applicazione delle specialità cliniche al campo legale. La professione dello p...

Depressione adolescenziale e t…

Secondo un'analisi della letteratura, tra gli approcci psicoterapeutici che mostrano una certa efficacia nella gestione e trattamento della depressione adolesce...

Le parole della Psicologia

Fobia

La fobia è una eccessiva e marcata paura di oggetti o situazioni, che comporta una elevata attivazione psicofisiologica (arousal) con conseguente aumento del &n...

Imprinting

L'imprinting è una forma di apprendimento precoce secondo la quale i neonati, nel periodo immediatamente successivo alla nascita, vengono condizionati dal primo...

Anedonia

Il termine anedonia venne coniato da Ribot nel 1897  e descrive l’assoluta incapacità nel provare piacere, anche in presenza di attività normalmente piacev...

News Letters

0
condivisioni