Pubblicità

senso di colpa e dipendenza [1592743621296]

0
condivisioni

on . Postato in Depressione | Letto 133 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)

le risposte dellesperto

Marco, 30 anni

domanda

Proverò a essere breve.

Mi sono sempre sentito in generale infelice, anche quando le cose mi vanno bene, ho sempre avuto difficoltà nelle relazioni, sia di amicizia che sentimentali.

Sono stato fidanzato molte volte e anche per anni, ma non mi sono mai lasciato andare perché ho sempre pensato che più tieni a qualcuno e più starai male se gli succede qualcosa.

Fino a quando ho conosciuto una persona con cui non ho dovuto riflettere su come comportarmi, mi veniva tutto naturale,l essere protettivo,affettuoso e spensierato. Era tutto perfetto fino a quando per colpa di brutte amicizie è stata violentata.

Me lo ha raccontato qualche giorno dopo e consapevole che sicuramente lei sta peggio di me,all apparenza stavo peggio io.

Per giorni non sono riuscito a dormire e mangiare,mi sentivo in colpa per non essermi accorto di quello che gli succedeva quella sera, quando se fossi stato più lucido me ne sarei sicuramente accorto.

Ero sotto effetto di ossicodone, ho iniziato a prenderlo per problemi alla schiena. Quella sera ero assonnato e andai a dormire molto presto, rileggendo i suoi messaggi da lucido mi resi conto che nella normalità mi sarei accorto che era nei guai. Mi sento terribilmente in colpa..anche perché non riuscivo nemmeno più a guardarla senza pensarci, e l ho lasciata.

Mi sono comportato da vigliacco, invece di starle vicino. Ora sono ancora più dipendente dalla ossicodone e non riesco a frequentare nessuna, ho sempre in mente quello che gli è successo.

Mi ha ricercato e Gli ho detto di non cercarmi più sapendo che se me lo avesse chiesto sarei corso da lei, ma non voglio più sentirmi dipendente da una persona, non voglio stare male per qualcun altro, qualcuno che non puoi essere sempre li per proteggere.

La cosa ridicola è che lei ha superato questa cosa meglio di me.

 

 


consulenza psicologica

Vuoi richiedere una consulenza gratuita online ai nostri Esperti?
Clicca qui e segui le istruzioni. Ti risponderemo al piu' presto!

 

Pubblicità

 

 


 

 

risposta

Caro Marco, Mi chiedo se il tema di fondo nella tua sofferenza abbia a che fare con il controllo.

Le relazioni d'amore, e le relazioni con gli altri in generale, ci espongono a ciò che non possiamo controllare, ci portano ad avvicinarci emotivamente a qualcosa che non dipende dalla nostra volontà. Tutto questo può spaventare, e possiamo allora sentirci attratti da un altro tipo di "relazione", quella con una sostanza, che ci dà l'illusione di essere noi a controllarla.

Purtroppo, come stai scoprendo, non è così. L'impossibilità di controllare molte cose importanti fa parte della nostra vita, della natura umana stessa, ed è qualcosa che non possiamo cambiare.

La dipendenza, no: stare in relazione con una persona infinitamente importante senza esserne dipendenti si può. Se pensi che questa ragazza potrebbe ancora desiderare la tua vicinanza, potresti provare a darti una seconda possibilità.

Indipendentemente da questo, puoi provare a vedere questo momento di sofferenza come un'opportunità di prenderti finalmente cura di te stesso, di quel senso di infelicità che da sempre ti trattiene, e intraprendere un percorso di psicoterapia per migliorare quella che sarà sempre la relazione più importante della tua vita: quella con te stesso.

 

dott.ssa Elisabetta Ranghino

 

Pubblicato in data 01/07/2020

 

 


Scrivi articoli di psicologia e psicoterapia e ti piacerebbe vederli pubblicati su Psiconline?
per sapere come fare, Clicca qui subito!

Ti è piaciuto l'articolo che hai appena letto e vuoi essere informato sulle novità che vengono pubblicate su Psiconline.it?
Iscriviti alle nostre newsletter settimanali per essere in continuo contatto con la psicologia!

Scegli come ricevere la newsletter:
I agree with the Privacy e Termini di Utilizzo
 
Pubblicità
Vuoi conoscere il nome di uno psicologo e/o psicoterapeuta che lavora nella tua città o nella tua regione? Cercalo subito su logo psicologi italiani
Corsi, Stage, Informazioni per formare e far crescere i Professionisti della Psicologia Logo PSIConline formazione

 

 

 

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Cosa ne pensi delle Tecniche di Rilassamento e della Meditazione?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Aiuto compagno [1596550507819]

Manugia68, 51 anni  Buongiorno, grazie per l'attenzione. Vorrei chiedervi gentilmente che cosa in termini di comportamento dovrei provare a fare per ...

Single a 44 anni [159637738178…

Giuseppe, 44anni Gent.mi dottori buongiorno, vi scrivo per chiedervi un'opinione sulla mia storia di vita. Prometto che non sarò prolisso. ...

stato apatico [1596135127415]

Cerbero80, 40 anni Premetto che vi scrivo non perché io non sia soddisfatto del lavoro che ho fatto fino ad oggi con la mia terapista, ma prevalentemente p...

Area Professionale

Come lavorare con chi ha avuto…

Capita a psicologi e psicoterapeuti di lavorare con clienti che provengono da precedenti relazioni terapeutiche e in questo breve articolo cerchiamo di foc...

La resilienza e i concreti ind…

Gregory E. Miller e i suoi collaboratori in un nuovo studio di neuroimaging pubblicato sulla rivista PNAS hanno ipotizzato che la connettività della rete esecut...

Nelle sedute di psicoterapia l…

Una ricerca, pubblicata su “The American Journal of Psychotherapy”, sostiene l'ipotesi che l'umorismo all'interno delle sedute di psicoterapia possa contribuire...

Le parole della Psicologia

Carattere

Dal greco karasso, che significa letteralente "incidere", è l'insieme delle doti individuali e delle disposizioni psichiche di un individuo. Può anche essere...

Adaptive Information Processin…

Secondo questo modello, per conferire senso agli stimoli in entrata, le nuove esperienze vengono assimilate all’interno di preesistenti network mnestici. &nb...

Narcoanalisi (o narcoterapia)

Detta anche narcoterapia, è una tecnica diagnostica e terapeutica, utilizzata in psichiatria, che consiste nella somministrazione lenta e continua, per via endo...

News Letters

0
condivisioni