Pubblicità

Cure palliative domiciliari o in ospedale?

0
condivisioni

on . Postato in News di psicologia | Letto 1893 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)

Le cure palliative a casa possono migliorare la qualità e la durata della vita

ospedale 1 05671Un nuovo approccio terapeutico per la gestione di pazienti affetti da una malattia terminale fornisce un'assistenza domiciliare che si occupa della riduzione del dolore e di altri sintomi fisici, oltre che di bisogni emotivi e spirituali della persona.

Tuttavia, i medici sono spesso riluttanti nei confonti di tale approccio perchè temono che il paziente, una volta lasciato l'ospedale, non riceva una cura medica adeguata fino alla fine dei suoi giorni.

Al contrario, uno studio Giapponese rileva che dei malati di cancro, che avevano ricevuto cure palliative domiciliari, vivevano più a lungo rispetto a coloro che avevano trascorso i loro ultimi giorni in ospedale. Tali risultati suggeriscono che gli oncologi, di fronte alla volontà del paziente di tornare a casa, non dovrebbero opporsi semplicemente per timore che le cure mediche vengano meno.

Jun Hamano, ricercatore dell' Università di Tsukuba in Giappone, insieme ai suoi colleghi, ha esaminato il suddetto risultato su un campione composto da 2069 pazienti, di cui 1582 trattati in ospedale e i restanti 487 con cure palliative domiciliari.

I risultati di questo secondo studio hanno nuovamente confermato che la durata della vita si prolunga quando un paziente terminale riceve cure palliative a casa. In aggiunta, questa ricerca è stata validata anche cambiando le caratteristiche demografiche e cliniche dei pazienti, così come altri fattori.

 

Ti è piaciuto l'articolo che hai appena letto e vuoi essere informato sulle novità che vengono pubblicate su Psiconline.it?
Iscriviti alle nostre newsletter settimanali per essere in continuo contatto con la psicologia!

Scegli come ricevere la newsletter:
I agree with the Privacy e Termini di Utilizzo
 
Pubblicità
Vuoi conoscere il nome di uno psicologo e/o psicoterapeuta che lavora nella tua città o nella tua regione? Cercalo subito su logo psicologi italiani
Corsi, Stage, Informazioni per formare e far crescere i Professionisti della Psicologia Logo PSIConline formazione

 

 

 

Tags: pazienti dolore approccio terapeutico cure palliative malattia terminale sintomi fisici bisogni emotivi cura medica oncologi caratteristiche demografiche

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Quanto sei soddisfatto del tuo lavoro?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Depressione (1557401609185)

Victoria, 22 Mi sveglio già stanca, da troppo tempo ormai, quasi da sempre. Mio padre è tornato a casa ieri sera, ha iniziato a sistemare la spesa in cucina ...

Ipocondria (1556980274713)

 Kiki, 30 Salve,Avrei bisogno di un consulto riguardo una persona a me molto vicina e molto cara, la quale soffre di ipocondria. Fortunatamente non ha...

Coppia terapeutica (1556664446…

Giulia, 40     Salve, sono bipolare borderline seguita da oltre 20 anni da psichiatri e psicoterapeuti. Vorrei sottoporre alla vostra attenzion...

Area Professionale

Articolo 17 - il Codice Deonto…

Anche questa settimana proseguiamo su Psiconline.it, con l'art.17 (segreto professionale e tutela della Privacy), il lavoro di analisi e commento, a cura d...

Articolo 16 - il Codice Deonto…

Su Psiconline.it proseguiamo, con il commento all'art.16 (comunicazioni scientifiche e anonimato), il lavoro a cura di Catello Parmentola e di Elena Leardini ch...

Articolo 15 - il Codice Deonto…

proseguiamo su Psiconline.it, con il commento all'art.15 (Collaborazioni con altri professionisti), il lavoro a cura di Catello Parmentola e di Elena Leardini c...

Le parole della Psicologia

Bulimia

La bulimia è, insieme all’anoressia, uno dei più importanti disturbi del comportamento alimentare. L’etimologia della parola “bulimia” deriva dai termini grec...

Disturbo Istrionico di Persona…

Disturbo di personalità caratterizzato da intensa emotività e costanti tentativi di ottenere attenzione, approvazione e sostegno altrui, attraverso comportament...

Agrafia

Il termine Agrafia deriva dal greco a-grapho (non-scrivo), indica la perdita parziale (paragrafia) o totale della capacità di scrivere, che insieme a quella d...

News Letters

0
condivisioni