Pubblicità

I sintomi del DOC e altri problemi psicolgici nei giovani

0
condivisioni

on . Postato in News di psicologia | Letto 593 volte

5 1 1 1 1 1 Votazione 5.00 (2 Voti)

Essere impegnati in comportamenti ripetitivi e ritualistici è una componente tipica dello sviluppo infantile.

DOC

Tuttavia, i comportamenti che portano allo sviluppo di sintomi ossessivi e compulsivi possono rappresentare un bandiera rossa per serie condizioni psichiatriche.
I ricercatori del Lifespan Brain Institute (LiBI) che fa parte del Children's Hospital of Philadelphia (CHOP) e la Perelman School of Medicine at the University of Pennsylvania, hanno scoperto che bambini ed adulti con sintomi ossessivi e compulsivi che erano stati inoltre riconosciuti avere dei pensieri dannosi, avevano maggior probabilità di esperire delle psicopatologie, come depressione e idee suicidarie.

Questo è il primo studio che ha esaminato i sintomi ossessivi e compulsivi in più di 7000 partecipanti di età compresa tra gli 11 ed i 21 anni.

I ricercatori hanno diviso questi in 4 categorie: quelli con pensieri danosi, ripetizione/ controllo, simmetria e pulizia/contaminazione. Più del 20% dei giovani ha riconosciuto avere pensieri intrusivi dannosi, i quali includevano pensieri autolesionistici o far del male a qualcuno, disegnare immagini violente o aver paura di far del male a qualcuno senza l'intenzione di farlo.

Questi bambini sono molto più probabilmente predisposti a sviluppare psicopatologie serie, che vanno al di là del Disturbo Ossessivo Compulsivo (DOC), includendo depressione e suicidio.

 

Pubblicità

 

"La nostra speranza è che questi risultati saranno portati avanti sia dai professionisti della salute mentale e sia da quelli che non si occupano di essa, come i pediatri per osservare questi sintomi durante le visite dei loro pazienti" ha affermato Raquel Gur, MD, PhD, direttore del LiBI  e professore di Pscichiatria, Neurologia e Radiologia della Perelman School of Medicine. "Questi sintomi possono essere fondamentali per identificare quegli adolescenti che si possono trovare su una traiettoia psichiatrica potenzialmente debilitante".

"Azioni ripetitive sono comuni nei bambini e sono infatti parte di uno sviluppo salutare", ha spiegato l'autore capo dello studio  Ran Barzilay, MD, PhD, psichiatra dell'infanzia e dell'adolescenza e ricercatore al  LiBI. "E' quando questi sintomi continuano nell'adolescenza e cominciano ad interferire con le attività quotidiane che noi dobbiamo esaminare le cause e i trattamenti disponibili".

I sintomi del disturbo ossessivo compulsivo sono comuni in individui che non hanno richiesto alcun trattamento (38,2%). Solo il 3% lo richiedono. I sintomi sono più comuni nelle ragazze e in seguito alla pubertà. I ricercatori hanno suggerito che i sintomi del DOC potrebbero essere una finestra per i clinici al fine di identificare serie condizioni psichiatriche.

 

Tratto da Science Daily

 

(Traduzione ed adattamento a cura della Dottoressa Giulia Inglese)

 

 

 

Ti è piaciuto l'articolo che hai appena letto e vuoi essere informato sulle novità che vengono pubblicate su Psiconline.it?
Iscriviti alle nostre newsletter settimanali per essere in continuo contatto con la psicologia!

Scegli come ricevere la newsletter:
I agree with the Privacy e Termini di Utilizzo
 
Pubblicità
Vuoi conoscere il nome di uno psicologo e/o psicoterapeuta che lavora nella tua città o nella tua regione? Cercalo subito su logo psicologi italiani
Corsi, Stage, Informazioni per formare e far crescere i Professionisti della Psicologia Logo PSIConline formazione

 

 

 

Tags: doc sintomi problemi psicologici Disturbo ossessivo-compulsivo news di psicologia

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Come reagisci allo stress?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Bisogno di aiuto (156328344573…

la vita è un caos, 17 Salve, siamo due sorelle di 17 anni e sono ormai 4 anni che nostra madre ha divorziato con nostro padre e dopo poco tempo ha conosciuto...

Non riesco ad andare da uno ps…

Sshx, 18 Circa 6 anni fa ho cominciato a presentare dei sintomi che, nel corso del tempo, si sono aggravati progressivamente e che adesso non mi permettono d...

Perdita improvvisa di un genit…

lorena, 26 Salve, innanzitutto ringrazio per questa preziosa opportunità. Scrivo questo messaggio per conto del mio fidanzato, lo stesso ha infatti perso il ...

Area Professionale

Articolo 26 - il Codice Deonto…

Con il commento all'articolo 26 (utenza e conflitti personali) prosegue su Psiconline.it il lavoro a cura di Catello Parmentola e di Elena Leardini che settiman...

La rilevazione del trauma al T…

Il Test del Villaggio e la sua costruzione possono idealmente inscriversi in una spirale aurea sulla quale vengono declinate le diverse fasi di vita, dalla nasc...

Articolo 25 - il Codice Deonto…

Prosegue su Psiconline.it, con il commento all'art.25 (uso degli strumenti di diagnosi e di valutazione), il lavoro a cura di Catello Parmentola e di Elena Lear...

Le parole della Psicologia

Aerofobia

Con il termine aerofobia (o aviofobia) viene definita la paura di volare in aereo per via di uno stato d'ansia a livelli significativi. ...

Tecnostress - Tecnofobia

Il Tecnostress (o tecnofobia) è una patologia che scaturisce dall'uso eccessivo e simultaneo di quelle informazioni che vengono veicolate dai videoschermi. Ess...

Agnosia

L'agnosia (dal greco a-gnosis, "non conoscere") è un disturbo della percezione caratterizzato dal mancato riconoscimento di oggetti, persone, suoni, forme, odor...

News Letters

0
condivisioni