Pubblicità

I sintomi del DOC e altri problemi psicolgici nei giovani

0
condivisioni

on . Postato in News di psicologia | Letto 991 volte

5 1 1 1 1 1 Votazione 5.00 (2 Voti)

Essere impegnati in comportamenti ripetitivi e ritualistici è una componente tipica dello sviluppo infantile.

DOC

Tuttavia, i comportamenti che portano allo sviluppo di sintomi ossessivi e compulsivi possono rappresentare un bandiera rossa per serie condizioni psichiatriche.
I ricercatori del Lifespan Brain Institute (LiBI) che fa parte del Children's Hospital of Philadelphia (CHOP) e la Perelman School of Medicine at the University of Pennsylvania, hanno scoperto che bambini ed adulti con sintomi ossessivi e compulsivi che erano stati inoltre riconosciuti avere dei pensieri dannosi, avevano maggior probabilità di esperire delle psicopatologie, come depressione e idee suicidarie.

Questo è il primo studio che ha esaminato i sintomi ossessivi e compulsivi in più di 7000 partecipanti di età compresa tra gli 11 ed i 21 anni.

I ricercatori hanno diviso questi in 4 categorie: quelli con pensieri danosi, ripetizione/ controllo, simmetria e pulizia/contaminazione. Più del 20% dei giovani ha riconosciuto avere pensieri intrusivi dannosi, i quali includevano pensieri autolesionistici o far del male a qualcuno, disegnare immagini violente o aver paura di far del male a qualcuno senza l'intenzione di farlo.

Questi bambini sono molto più probabilmente predisposti a sviluppare psicopatologie serie, che vanno al di là del Disturbo Ossessivo Compulsivo (DOC), includendo depressione e suicidio.

 

Pubblicità

 

"La nostra speranza è che questi risultati saranno portati avanti sia dai professionisti della salute mentale e sia da quelli che non si occupano di essa, come i pediatri per osservare questi sintomi durante le visite dei loro pazienti" ha affermato Raquel Gur, MD, PhD, direttore del LiBI  e professore di Pscichiatria, Neurologia e Radiologia della Perelman School of Medicine. "Questi sintomi possono essere fondamentali per identificare quegli adolescenti che si possono trovare su una traiettoia psichiatrica potenzialmente debilitante".

"Azioni ripetitive sono comuni nei bambini e sono infatti parte di uno sviluppo salutare", ha spiegato l'autore capo dello studio  Ran Barzilay, MD, PhD, psichiatra dell'infanzia e dell'adolescenza e ricercatore al  LiBI. "E' quando questi sintomi continuano nell'adolescenza e cominciano ad interferire con le attività quotidiane che noi dobbiamo esaminare le cause e i trattamenti disponibili".

I sintomi del disturbo ossessivo compulsivo sono comuni in individui che non hanno richiesto alcun trattamento (38,2%). Solo il 3% lo richiedono. I sintomi sono più comuni nelle ragazze e in seguito alla pubertà. I ricercatori hanno suggerito che i sintomi del DOC potrebbero essere una finestra per i clinici al fine di identificare serie condizioni psichiatriche.

 

Tratto da Science Daily

 

(Traduzione ed adattamento a cura della Dottoressa Giulia Inglese)

 

 

 


Scrivi articoli di psicologia e psicoterapia e ti piacerebbe vederli pubblicati su Psiconline?
per sapere come fare, Clicca qui subito!

Ti è piaciuto l'articolo che hai appena letto e vuoi essere informato sulle novità che vengono pubblicate su Psiconline.it?
Iscriviti alle nostre newsletter settimanali per essere in continuo contatto con la psicologia!

Scegli come ricevere la newsletter:
I agree with the Privacy e Termini di Utilizzo
 
Pubblicità
Stai cercando un pubblico specifico interessato alle tue iniziative nel campo della psicologia?
Sei nel posto giusto.
Attiva una campagna pubblicitaria su Psiconline
logo psicologi italiani
Corsi, Stage, Informazioni per formare e far crescere i Professionisti della Psicologia Logo PSIConline formazione

 

 

 

Tags: doc sintomi problemi psicologici Disturbo ossessivo-compulsivo news di psicologia

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Cosa ne pensi dello Psicologo a scuola?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Pensiero ossessivo (1624140870…

Fabio, 34 anni     Gentile Dottoressa/Dottore! Mi chiamo Fabio e 5 anni fà ho commesso un errore di tipo erotico.Ho cominciato a scambiare dei...

Problemi con marito [162342796…

Viola, 38 anni     Buongiorno, avrei bisogno di un consulto per dei problemi con mio marito.Mio marito è molto irascibile ma oltre a urlare no...

Ansia e paura nella guida [162…

Clarissa, 22 anni       Salve, vi scrivo perchè da un paio di mesi sto facendo le guide in autoscuola ma la sto vivendo un po' male...

Area Professionale

La trasmissione intergenerazio…

Modificazioni epigenetiche nei figli di sopravvissuti all’Olocausto I figli di persone traumatizzate hanno un rischio maggiore di sviluppare il disturbo post-t...

Il Protocollo CNOP-MIUR e gli …

di Catello Parmentola CNOP e MIUR hanno firmato nel 2020 un Protocollo d'intesa per il supporto psicologico nelle istituzioni scolastiche. Evento molto positiv...

Come gestire il transfert nega…

Per non soccombere alle proiezioni negative del transfert, lo psicoterapeuta deve conoscere con convinzione ciò che appartiene alla psiche del paziente e ciò ch...

Le parole della Psicologia

Ortoressia

L'ortoressia (dal greco orthos "corretto" e orexis "appetito") è una forma di attenzione abnorme alle regole alimentari, alla scelta del cibo e alle sue caratte...

Adaptive Information Processin…

Secondo questo modello, per conferire senso agli stimoli in entrata, le nuove esperienze vengono assimilate all’interno di preesistenti network mnestici. &nb...

Onicofagia

L'onicofagia, meglio conosciuta come il brutto vizio di mangiarsi le unghie, è un’impulso incontrollabile definito in ambito psicologico come disturbo del compo...

News Letters

0
condivisioni