Pubblicità

I sintomi del DOC e altri problemi psicolgici nei giovani

0
condivisioni

on . Postato in News di psicologia | Letto 858 volte

5 1 1 1 1 1 Votazione 5.00 (2 Voti)

Essere impegnati in comportamenti ripetitivi e ritualistici è una componente tipica dello sviluppo infantile.

DOC

Tuttavia, i comportamenti che portano allo sviluppo di sintomi ossessivi e compulsivi possono rappresentare un bandiera rossa per serie condizioni psichiatriche.
I ricercatori del Lifespan Brain Institute (LiBI) che fa parte del Children's Hospital of Philadelphia (CHOP) e la Perelman School of Medicine at the University of Pennsylvania, hanno scoperto che bambini ed adulti con sintomi ossessivi e compulsivi che erano stati inoltre riconosciuti avere dei pensieri dannosi, avevano maggior probabilità di esperire delle psicopatologie, come depressione e idee suicidarie.

Questo è il primo studio che ha esaminato i sintomi ossessivi e compulsivi in più di 7000 partecipanti di età compresa tra gli 11 ed i 21 anni.

I ricercatori hanno diviso questi in 4 categorie: quelli con pensieri danosi, ripetizione/ controllo, simmetria e pulizia/contaminazione. Più del 20% dei giovani ha riconosciuto avere pensieri intrusivi dannosi, i quali includevano pensieri autolesionistici o far del male a qualcuno, disegnare immagini violente o aver paura di far del male a qualcuno senza l'intenzione di farlo.

Questi bambini sono molto più probabilmente predisposti a sviluppare psicopatologie serie, che vanno al di là del Disturbo Ossessivo Compulsivo (DOC), includendo depressione e suicidio.

 

Pubblicità

 

"La nostra speranza è che questi risultati saranno portati avanti sia dai professionisti della salute mentale e sia da quelli che non si occupano di essa, come i pediatri per osservare questi sintomi durante le visite dei loro pazienti" ha affermato Raquel Gur, MD, PhD, direttore del LiBI  e professore di Pscichiatria, Neurologia e Radiologia della Perelman School of Medicine. "Questi sintomi possono essere fondamentali per identificare quegli adolescenti che si possono trovare su una traiettoia psichiatrica potenzialmente debilitante".

"Azioni ripetitive sono comuni nei bambini e sono infatti parte di uno sviluppo salutare", ha spiegato l'autore capo dello studio  Ran Barzilay, MD, PhD, psichiatra dell'infanzia e dell'adolescenza e ricercatore al  LiBI. "E' quando questi sintomi continuano nell'adolescenza e cominciano ad interferire con le attività quotidiane che noi dobbiamo esaminare le cause e i trattamenti disponibili".

I sintomi del disturbo ossessivo compulsivo sono comuni in individui che non hanno richiesto alcun trattamento (38,2%). Solo il 3% lo richiedono. I sintomi sono più comuni nelle ragazze e in seguito alla pubertà. I ricercatori hanno suggerito che i sintomi del DOC potrebbero essere una finestra per i clinici al fine di identificare serie condizioni psichiatriche.

 

Tratto da Science Daily

 

(Traduzione ed adattamento a cura della Dottoressa Giulia Inglese)

 

 

 


Scrivi articoli di psicologia e psicoterapia e ti piacerebbe vederli pubblicati su Psiconline?
per sapere come fare, Clicca qui subito!

Ti è piaciuto l'articolo che hai appena letto e vuoi essere informato sulle novità che vengono pubblicate su Psiconline.it?
Iscriviti alle nostre newsletter settimanali per essere in continuo contatto con la psicologia!

Scegli come ricevere la newsletter:
I agree with the Privacy e Termini di Utilizzo
 
Pubblicità
Vuoi conoscere il nome di uno psicologo e/o psicoterapeuta che lavora nella tua città o nella tua regione? Cercalo subito su logo psicologi italiani
Corsi, Stage, Informazioni per formare e far crescere i Professionisti della Psicologia Logo PSIConline formazione

 

 

 

Tags: doc sintomi problemi psicologici Disturbo ossessivo-compulsivo news di psicologia

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Su Psiconline trovo più interessanti...

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Situazione complessa [16102055…

  Nanna, 30 anni Ciao, ho cambiato città e lavoro per il mio compagno e ora siamo arrivati a un punto che in ogni discussione lui prende la valigia ...

Sto bene da solo  [16102359254…

 Zeno, 30 anni     Buonanotte, sono sempre stato ansioso e poco socievole ma ultimamente sento che questo problema si è esarcerbato,spesso ...

Avere una relazione con una pe…

Carpazia, 30 anni     Buonasera, il più delle volte, giustamente direi, ci si concentra sulla persona che soffre di questa patologia, ma c'è b...

Area Professionale

Protocollo CNOP-MIUR, Bandi e …

Brevi considerazioni sul Protocollo CNOP-MIUR per il supporto psicologico nelle istituzioni scolastiche e sue implicazioni/intersezioni con il Codice Deontologi...

Il pensiero innovativo di Irvi…

Le opere di Irvin Yalom pongono una domanda di vasta portata: è ora che gli psicoanalisti e gli psicoterapeuti rivelino di più ai loro pazienti? E, oltre a sfid...

Psicoterapia: quali effetti su…

Uno studio pubblicato nella rivista “Psychotherapy Research” evidenzia che lavorare come psicoterapeuta e con la psicoterapia ha implicazioni complesse, sia pos...

Le parole della Psicologia

Psicosomatica

La psicosomatica è una branca della psicologia che ha  lo scopo di identificare  la connessione tra un disturbo somatico e la sua natura psicologica. ...

Patografia

Ricostruzione delle patologie psichiche di personaggi celebri fondate sulle informazioni biografiche e sull’esame delle loro opere. La patografia è l' “autob...

Burnout

Il burnout è generalmente definito come una sindrome di esaurimento emotivo, di depersonalizzazione e derealizzazione personale, che può manifestarsi in tutte q...

News Letters

0
condivisioni