Pubblicità

Il ruolo del microRNA nei comportamenti sociali

0
condivisioni

on . Postato in News di psicologia | Letto 121 volte

5 1 1 1 1 1 Votazione 5.00 (3 Voti)

I ricercatori hanno rivelato come un gruppo di microRNA regolerebbe lo sviluppo delle sinapsi e della socievolezza.

microRNA

La scoperta recente di microRNA come regolatore chiave dei processi biologici ha alimentato una grande attività di ricerca sulla sua funzione nella salute e nei disturbi.

I ricercatori hanno ora scoperto un gruppo di microRNA che regolerebbe l'intensità sinaptica e sarebbe coinvolto nel controllo dei comportamenti sociali nei mammiferi. I ricercatori hanno presunto che dalla loro scoperta si potrebbero mettere a punto nuove strategie terapeutiche per il trattamento di deficit sociali nei disturbi dello sviluppo come la schizofrenia o il disturbo dello specchio autistico. La ricerca è stata pubblicato su "EMBO Reports". Dalle conoscenze dei manuali sappiamo che il DNA è dapprima copiato per creare molecole messaggere di RNA (mRNAs) che vengono poi trasformate in proteine. I microRNA sono piccoli frammenti di RNA che non codificano proteine. Piuttosto, la loro funzione principale è quella di regolare la stabilità o la trasformazione del mRNA, inibendo cosi la produzione di proteine specifiche.

Questi microRNA formano un intero strato di regolazione dei geni che è stato scoperto solo 15 anni fa. Ogni microRNA tipicamente si focalizza su centinaia di mRNA diversi, coordinando i sottostanti processi cellulari complessi. Nel loro lavoro all' Università di Marburg in Germania e poi all'ETH di Zurigo in Svizzera, il gruppo di ricerca di Gerhard Schratt ha scoperto un gruppo di 38 microRNA, nominati microRNA 379-410, aventi un ruolo chiave nello sviluppo neurale. Inoltre, molti indizi suggeriscono che questi microRNA siano coinvolti nei comportamenti sociali. Schratt e colleghi hanno investigato l'opzione più nel dettaglio e scoperto che questi microRNA sono coinvolti nella regolazione dei comportamenti sociali nel cervello dei topi. Lo studio apre a nuove prospettive nei meccanismi molecolare sottostanti i comportamenti sociali.

Pubblicità

I ricercatori hanno osservato che i topi mancanti di un complesso microRNA 379-410 sarebbero meno socievoli rispetto agli altri topi, indicando che il microRNA 379-410 funzioni come restrittore della socievolezza negli animali in salute. Ulteriori investigazioni hanno mostrato che i neuroni dell'ippocampo nel cervello dei topi mancano di microRNA 379-410 che formano più connessioni e sono più predisposti a trasmettere segnali elettrici: "Il nostro studio ha indicato che il microRNA 379-410 giochi un ruolo importante nello sviluppo dei circuiti neurali che controllano i comportamenti sociali" ha spiegato Schratt.

A livello molecolare, il complesso microRNA 379-410 è indirizzato alla regolazione della trasmissione genetica. Inoltre, un piccolo sottogruppo di soli cinque microRNA del gruppo potrebbe spiegare una grande quantità di iper-regolazione di proteine sinaptiche importanti. Queste proteine sono coinvolte in un processo chiamato "ridimensionamento omeostatico sinaptico", un circuito di feedback che entra in gioco quando il cervello diventa iperattivo per il numero elevato dei contatti sinaptici.

Mentre lo studio corrente ha utilizzato i topi come modelli, ci sono molte indicazione che il complesso microRNA 379-410 sia anche coinvolto nella regolazione dei comportamenti sociali negli umani. Per esempio, alcuni membri del microRNA 379-410 sono presenti nel sangue e nei cervelli di pazienti con disturbi del neurosviluppo ed influenzano i comportamenti sociali affettivi, come la schizofrenia e il disturbo dello specchio autistico. "Noi speriamo che il nostro studio potrà contribuire allo sviluppo di trattamenti di miglioramento dei deficit sociali nelle condizioni neuropsichiatriche in futuro" ha concluso Schratt.

 

 

Tratto da ScienceDaily

 

 

(Traduzione ed adattamento a cura del Dottor Claudio Manna)

 

 

Ti è piaciuto l'articolo che hai appena letto e vuoi essere informato sulle novità che vengono pubblicate su Psiconline.it?
Iscriviti alle nostre newsletter settimanali per essere in continuo contatto con la psicologia!

Scegli come ricevere la newsletter:
I agree with the Privacy e Termini di Utilizzo
 
Pubblicità
Vuoi conoscere il nome di uno psicologo e/o psicoterapeuta
che lavora nella tua città o nella tua regione?
Cercalo subito su

logo psicologi italiani
Corsi, Stage, Informazioni per formare e far crescere i Professionisti della Psicologia
Logo PSIConline formazione

 

 

Tags: schizofrenia autismo topi microRNA news di psicologia micrRNA 379-410 socievolezza

0
condivisioni

Guarda anche...

Le parole della Psicologia

Ecolalia

L'ecolalia è un disturbo del linguaggio che consiste nel ripetere involontariamente, come un'eco, parole o frasi pronunciate da altre persone Si osserva, come stadio normale, nello sviluppo del...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Cosa ne pensi dello Psicologo a scuola?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Religione e psicologia (154766…

Luca, 28     Buona sera, premetto che il mio quesito non riguarda strettamente un malessere mentale, ma comunque un interrogativo esistenziale ch...

Essere spocchioso... (15472251…

Paolo, 42     Quali sono i significati profondi e psicologici di una persona "spocchiosa" ? ...

Senso di colpa (1547112077890…

Pietro, 25     Buongiorno, intorno all’età tra i 10 e i 13 anni mi è capitato più volte di “toccare” (senza costrizione) mia cugina più piccola (...

Area Professionale

Un articolo alla volta - Comme…

Catello Parmentola ed Elena Leardini introducono il loro impegno con i visitatori di Psiconline.it a commentare, articolo dopo articolo, il Codice Deontologico ...

Distinguere tra disturbo evolu…

È difficile distinguere tra disturbo evolutivo e difficoltà di lettura? Significatività clinica di un Trattamento di Difficoltà di Lettura in soggetto di quarta...

La legge 4/2013 ha davvero nor…

Molto si è parlato a riguardo della legge 4/2013 che cerca di dare un inquadramento legislativo alle professioni non organizzate in ordini e collegi. Con que...

Le parole della Psicologia

Paura

La paura è quell’emozione primaria di difesa, consistente in un senso di insicurezza, di smarrimento e di ansia, di fronte ad un pericolo reale o immaginario, o...

Pensiero

I disturbi della forma e i disturbi del contenuto del pensiero Il pensiero è la funzione psichica complessa che permette la valutazione della realt&agra...

Ninfomania

Il termine ninfomane viene da ninfa (divinità femminile della mitologia e/o nome dato alle piccole labbra della vulva) e mania (che in latino significa follia)...

News Letters

0
condivisioni