Pubblicità

La depressione post partum è legata al dolore dopo il parto

0
condivisioni

on . Postato in News di psicologia | Letto 410 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)

Un nuovo studio sottolinea l'importanza della gestione del dolore durante il parto.

parto

Mentre il dolore del parto è stato legato alla depressione post partum, la causa potrebbe essere nella sofferenza esperita dalla madre in seguito al parto, piuttosto che durante. Precedenti ricerche hanno dimostrato che il dolore associato al parto potrebbe aumentare il rischio per una depressione postpartum ma non è stato specificato in che fase del parto (es. prima, durante o dopo il parto) potrebbe essereci l'origine del problema. Questo è il primo studio a differenziare la sofferenza post partum dal dolore del travaglio e a identificare un fattore significativo di rischio per la depressione post partum.

"Per molti anni, ci siamo occupati di come gestire il dolore del parto, ma la sofferenza del ricovero dopo aver partorito spesso è stata tralasciata," ha affermato Jie Zhou, M.D., M.B.A., capo autore dello studio e professore assistente di anestesia presso il Brigham and Women's Hospital e Harvard Medical School,  di Boston. "La nostra ricerca suggerisce il bisogno di focalizzarci maggiormente sull'aiuto alle madri per la gestione del dolore in seguito alla nascita del bambino". I sintomi della depressione post partum materna, includono esrema tristezza, andedonia, ansia, crisi di pianto, irritabilità e cambiamenti nel sonno o nell'appetito, colpisce circa 1 donna su 9, secondo il Centers for Disease Control and Prevention (CDC).

Pubblicità

La depressione post partum può portare ad una bassa percentuale di allattamento al seno ed a uno scarso legame con il neonato. Nello studio, il gruppo di ricerca del Dr. Zhou esamina i risulati nel dolore (dall'inizio del parto fino alla dimissione dall' ospedale) per 4,327 primipare partorenti un solo bambino naturalmente o attrraverso parto cesareo al Brigham and Women's Hospital tra il 1 giugno 2015 e il 31 dicembre 2017. Hanno comparato i punteggi di sofferenza delle madri con la scala di depressione post natale di Edimburgo (EPDS) rilevati una settimana dopo il parto. Il Dr Zhou ha scoperto che la depressione post partum era significativamente associata con un più alto punteggio nella sofferenza post partum.

Le madri con depressione post partum hanno dimostrato una mggiore sofferenza lamentata durante il parto e spesso hanno avuto bisogno di più medicazioni. Le donne nel gruppo avente depressione post partum avevano probabilmente avuto un parto cesareo. Inoltre hanno maggiormente riportato un inadeguato controllo del dolore post partum.

Un certo numero di fattori possono contribuire alla depressione post partum. Le ricerche hanno stabilito che il livello di depressione post partum era più alto nelle donne sovrappeso o obese; in chi soffre di strappo perineo (un area adiacente all'apertura della vagina); in chi ha una storia di disturbo depressivo, d'ansia o da dolore cronico; in quelle con bambini sottopeso e con un punteggio Apgar più basso, un sistema utilizzato per valutare la salute fisica dei neonati uno o cinque minuti dopo la nascita. "Mentre l'ibuprofene e simili medicine per il dolore sono state considerate adeguate per il controllo del dolore in seguito alla nascita del bambino, certamente alcune donne hanno bisogno di maggior aiuto per gestire il dolore" ha affermato il Dr. Zhou. "Necessitiamo di un miglior lavoro di ricerca per identificare coloro che sono più a rischio di sofferenza post partum e assicure adeguate cure".

 

Tratto da Science Daily

 
 (Traduzione ed adattamento a cura della Dottoressa Giulia Inglese)
 
 
 
 

Ti è piaciuto l'articolo che hai appena letto e vuoi essere informato sulle novità che vengono pubblicate su Psiconline.it?
Iscriviti alle nostre newsletter settimanali per essere in continuo contatto con la psicologia!

Scegli come ricevere la newsletter:
I agree with the Privacy e Termini di Utilizzo
 
Pubblicità
Vuoi conoscere il nome di uno psicologo e/o psicoterapeuta che lavora nella tua città o nella tua regione? Cercalo subito su logo psicologi italiani
Corsi, Stage, Informazioni per formare e far crescere i Professionisti della Psicologia Logo PSIConline formazione

 

 
 
 

Tags: dolore parto depressione post-partum madri news di psicologia

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Quanto sei soddisfatto della tua vita?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Difficoltà nello studio per un…

Annesin, 75 Gentili Signori,ho bisogno di un consiglio, perché vorrei dare una mano a una persona a me cara per un problema piccolo, ma che la inquieta per g...

Depressione (1557401609185)

Victoria, 22 Mi sveglio già stanca, da troppo tempo ormai, quasi da sempre. Mio padre è tornato a casa ieri sera, ha iniziato a sistemare la spesa in cucina ...

Ipocondria (1556980274713)

 Kiki, 30 Salve,Avrei bisogno di un consulto riguardo una persona a me molto vicina e molto cara, la quale soffre di ipocondria. Fortunatamente non ha...

Area Professionale

Articolo 17 - il Codice Deonto…

Anche questa settimana proseguiamo su Psiconline.it, con l'art.17 (segreto professionale e tutela della Privacy), il lavoro di analisi e commento, a cura d...

Articolo 16 - il Codice Deonto…

Su Psiconline.it proseguiamo, con il commento all'art.16 (comunicazioni scientifiche e anonimato), il lavoro a cura di Catello Parmentola e di Elena Leardini ch...

Articolo 15 - il Codice Deonto…

proseguiamo su Psiconline.it, con il commento all'art.15 (Collaborazioni con altri professionisti), il lavoro a cura di Catello Parmentola e di Elena Leardini c...

Le parole della Psicologia

Onicofagia

L'onicofagia, meglio conosciuta come il brutto vizio di mangiarsi le unghie, è un’impulso incontrollabile definito in ambito psicologico come disturbo del compo...

Pregoressia

È un disturbo alimentare, noto anche come mammoressia, legato all’ossessione di tornare subito in forma dopo il parto Non si tratta di un deficit contemplato n...

Psicosi

Il termine Psicosi è stato introdotto nel 1845 da von Feuchtersleben con il significato di "malattia mentale o follia". Esso è un disturbo psichiatrico e descr...

News Letters

0
condivisioni