Pubblicità

Lo stress, il sonno REM e l'espressione genica

0
condivisioni

on . Postato in News di psicologia | Letto 514 volte

5 1 1 1 1 1 Votazione 5.00 (1 Voto)

La prima e più diretta conseguenza dello stress quotidiano è un aumento nel sonno REM (rapid eye movement - movimento rapido oculare).

sonno REM news

La ricerca, pubblicata sul giornale "PNAS reports" ha anche dimostrato che l'aumento del sonno REM è associato con i geni coinvolti nella sopravvivenza e morte delle cellule.

Il sonno REM, anche conosciuto con sonno paradossale, è lo stato di sonno durante il quale si hanno la maggior parte di sogni ed è coinvolto nella regolazione emotiva e consolidamento della memoria. I disturbi del sonno REM sono comuni nei disturbi dell'umore come la depressione. Comunque, poco è conosciuto su come i cambiamenti nel sonno REM siano collegati a cambiamenti molecolari nel cervello.

Durate un studio di 9 settimane, condotto dai ricercatori del Centro di Ricerca sul Sonno all'Università del Surrey in collaborazione con Eli Lilly, dei topi erano esposti in modo intermittente ad una varietà di stressori lievi, come l'odore di un predatore. I topi esposti a stressori lievi svilupparono segni di depressione; attuavano meno comportamenti di cura di sè; erano meno tendenti a partecipare ad attività piacevoli come mangiare cibo appetitoso e diventavano meno interessati a socializzare con altri topi che non avevano visto prima.

Monitorando gli schemi del sonno, i ricercatori identificarono un aumento nella durata e continuità del sonno REM ed inoltre delle caratteristiche specifiche delle oscillazioni cerebrali del sonno REM, che nel sonno "profondo" e nel sonno REM non cambiavano. I cambiamenti nel sonno REM erano saldamente legati a deficit nella regolazione del corticosterone, un ormone dello stress. Lo stress lieve causava anche cambiamenti nell'espressione genetica nel cervello.

Per capire ulteriormente il collegamento tra lo stress, l'ormone dello stress, il sonno REM e l'espressione genica, i ricercatori utilizzarono un nuovo approccio, che identificava i gruppi di geni che potevano predire le caratteristiche del sonno osservato, dei comportamenti e degli ormoni. Questo rivelò che il sonno REM, la regolazione dell'ormone dello stress ed i segni comportamentali di depressione fossero associati da percorsi molecolari coinvolti nella sopravvivenza e morti delle cellule cerebrali, principalmente nell'ippocampo.

Pubblicità

Questi risultati suggeriscono che dopo un aumento nel sonno REM, seguono cambiamenti cerebrali in risposta allo stress lieve. Queste ricerche potrebbero fornire una migliore comprensione di come lo stress guidi a disturbi dell'umore e come i cambiamenti nel sonno contibuiscano. Il primo autore, il Dr. Mathieu Nollet spiegò: "L'analisi comprensiva dei cambiamenti comportamentali in combinazione con il sonno e l'analisi dell'espressione genica furono un'evidenza forte sull'importanza del ruolo del sonno REM nella risposta cerebrale allo stress".

L'autrice senior, la Dr. Raphaelle Winsky-Sommerer, professoressa dei Ritmi Circadiani e Sonno all'Università del Surrey :" I cambiamenti comportamentali e del sonno sono molto simili a quelli osservati nella depressione, quindi ipotizzammo che i cambiamenti molecolari osservati nei topi potessero essere anche interessanti in risposta allo stress ed ai disturbi dell'umore negli umani".

Il professore Derk-Jan Djik, che guida il Centro di Ricerca sul Sonno all'Università della Surrey, ha concluso: "Abbiamo potuto osservare come il sonno sia molto sensibile ed un marcatore precoce della risposta cerebrale ai cambiamenti che si verificano nella perdita di sonno. Sarà importante scoprire come il sonno è importante nel guarire dallo stress."

 

 

Tratto da ScienceDaily

 

 

(Traduzione ed adattamento a cura del Dottor Claudio Manna)

 

 


Scrivi articoli di psicologia e psicoterapia e ti piacerebbe vederli pubblicati su Psiconline?
per sapere come fare, Clicca qui subito!

Ti è piaciuto l'articolo che hai appena letto e vuoi essere informato sulle novità che vengono pubblicate su Psiconline.it?
Iscriviti alle nostre newsletter settimanali per essere in continuo contatto con la psicologia!

Scegli come ricevere la newsletter:
I agree with the Privacy e Termini di Utilizzo
 
Pubblicità
Vuoi conoscere il nome di uno psicologo e/o psicoterapeuta che lavora nella tua città o nella tua regione? Cercalo subito su logo psicologi italiani
Corsi, Stage, Informazioni per formare e far crescere i Professionisti della Psicologia Logo PSIConline formazione

 

 

 

Tags: depressione sonno stress disturbi dell'umore sonno rem news di psicologia ormone dello stress espressione genica

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Perché andare in psicoterapia?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Fobie, paranoie (1579177546962…

Bibby, 40 anni Salve ho 40 anni 2 figli ho perso mia madre 10 anni fa e da allora si è acutizzato tutto paure fobie ansie ancora non ho accettato e provo fan...

Ansia e panico (1579815239457)

Mmonic, 17 anni   Vi contatto perché non so come fare, come reagire e come trovare una soluzione. Negli ultimi mesi ho il terrore di andare a scuola f...

Ho paura delle conseguenze di …

Orchidea55, 20 anni     Salve Dott.re/ssa, innanzitutto vorrei ringraziarvi  per il servizio che offrite.Sono una ragazza di 20 anni. Non ho...

Area Professionale

Gli psicologi nell'emergenza. …

Monica Isabella Ventura, Presidente di Psicologi Emergenza Abruzzo (PEA), ripercorre in poche righe l'esperienza diretta degli psicologi abruzzesi di fronte all...

Quello che emerge nell’emergen…

L'emergenza per il Covid-19 ha portato la comunità degli psicologi ad applicare nuove e più attuali forme di sostegno psicologico. Una riflessione sulle implica...

Il Test del Villaggio come tec…

La ripetizione e la trasformazione nello spazio e nel tempo Il test del Villaggio è composto da un kit di 200 pezzi di legno colorato raffiguranti edifici (cas...

Le parole della Psicologia

Disforia

Il termine viene utilizzato in psichiatria per indicare un'alterazione dell'umore in senso depressivo, caratterizzato da sentimenti spiacevoli, quali tristezza...

Musofobia

Il termine musofobia, che deriva del greco μῦς (mys) che significa "topo", è la paura persistente ed ingiustificata per i topi, più in generale per i roditori. ...

Aprassia

L'aprassia (dal greco "a" prefisso di negazione e "praxía", cioe' fare, quindi incapacità di fare) è un deficit primitivo dell’attivi...

News Letters

0
condivisioni