Pubblicità

Usi Facebook come professionista? 10 buoni consigli per te!

0
condivisioni

on . Postato in Vita da Psicologo | Letto 623 volte

5 1 1 1 1 1 Votazione 5.00 (2 Voti)

Facebook è uno strumento molto potente per il professionista ma, contemporaneamente, ha al suo interno molti pericoli che devono essere assolutamente evitati. Dieci consigli per gestire al meglio la tua presenza su questo social.

di Francesca Di Girolamo

Usi Facebook come professionista. 10 buoni consigli per teI social media, e su tutti Facebook, sono particolarmente utili per chi vuole farsi conoscere in campo professionale e ci offfrono opportunità davvero interessanti che è consigliabile sfruttare fino in fondo. Ma, nel contempo, contengono anche trappole che conviene decisamente evitare per non compromettere il proprio "buon nome" (leggi qui come sviluppare e migliorare la tua Brand Awareness).

Abbiamo voluto perciò stilare un breve decalogo che ci aiuti ad ottenere il meglio e ad evitare il peggio della rete.

  1. Il web non dimentica! 
    Prima di pubblicare un contenuto su Facebook o su un social qualunque o un video su YouTube, video di situazioni imbarazzanti oppure scherzi, battutacce, atteggiamenti o situazioni particolari, considera che diventeranno subito di pubblico dominio e saranno associati sempre al tuo nome.

  2. Attenzione all’immagine profilo.
    Considera che oltre ai tuoi amici possono vederla anche colleghi, docenti, potenziali clienti. Prima di rivolgersi a te  le persone spesso si fanno un'idea di chi sei tramite i social. Inoltre c'è da dire che se usi una foto un po' ardita, al 99% sarà la prima associata al tuo nome su Google.

  3. Modifica la Privacy.
    Verifica le impostazioni della privacy dei tuoi account social. Su Facebook ad esempio in Impostazioni account, troverai uno strumento che ti consente di cambiare il pubblico dei post che hai condiviso mediante l'opzione Tutti o Amici di amici in Solo amici. Per usare questo strumento:
    • Clicca su Impostazioni.
    • Seleziona Privacy dal menu a sinistra.
    • Nella sezione Chi può vedere le mie cose?, clicca su Vuoi limitare il pubblico dei post che hai condiviso con gli amici degli amici o con il pubblico?.
    • Clicca su Limita i post passati.

  4. Usa le liste.
    Pensa al pubblico che leggerà i tuoi post, foto o commenti e filtralo. E’ importante che determinati contenuti arrivino a determinate persone: puoi creare una lista Lavoro e postare tutte le iniziative del tuo studio, una lista Amici e postare contenuti destinati alla tua cerchia di amici, una lista di appassionati di qualche sport e così via. Fai sempre attenzione a non esagerare, puoi solo limitare l'accesso ai post ma i post non sono blindati: possono sempre essere condivisi dal tuo pubblico e a quel punto perdi controllo di quello che succede.
    Pubblicità


  5. Sii geloso delle tue foto.
    Mi raccomando alla privacy quando pubblichi foto e ricorda di usare le liste anche in questo caso.  Attenzione a inviare foto per chat, sms o e-mail, soprattutto se non sai l’uso che ne verrà fatto.

  6. Tutela i minori.
    Attenzione a postare sui social le immagini di minori, potrebbero essere violate (in generale meglio non postarle mai).

  7. Non serve che tutti sappiano sempre dove sei.
    Quando utilizzi Facebook dal tuo smartphone o da qualsiasi altro dispositivo, la tua posizione geografica viene condivisa in automatico anche se non avevi nessuna intenzione di farlo. Elimina la geolocalizzazione soprattutto quando posti foto o messaggi, basta andare nelle impostazioni facebook del tuo smartphon, cliccare su Luogo, poi Posizione e impostare Mai

  8. Occhio ai TAG!
    Come abbiamo detto quando qualcuno ti tagga rende pubbliche foto che magari non avresti mai voluto girassero sul web! Per evitare questo inconveniente limita i tag,
    Vai su Impostazioni, Diario e Aggiunta di Tag, entra in Chi può vedere i contenuti presenti sul mio diario? poi Chi può vedere i post in cui ti hanno taggato sul tuo diario? e a quel punto Modifica.
    Sempre nello stesso riquadro clicca su Come faccio a gestire i tag aggiunti dalle persone e i suggerimenti di tag?, poi Vuoi controllare i tag aggiunti dalle persone ai tuoi post prima che siano visibili su Facebook? e di nuovo Modifica.

  9. Seleziona i tuoi contatti.
    Il tuo contatto Facebook è praticamente equiparabile ad un numero telefonico attraverso il quale sei sempre contattabile, distribuiscilo in maniera ponderata.

  10. Anche i maleintenzionati sono "social".
    Evita di dire quando parti per le vacanze e per quanto tempo, sono informazioni che per quanto tu provi a controllare rischiano di diventare pubbliche e arrivare a chi non dovrebbero: anche i ladri monitorano il web.

Seguili tutti e buona navigazione sul web!

 

(a cura della Dottoressa Francesca Di Girolamo)

 

 

 

 


Scrivi articoli di psicologia e psicoterapia e ti piacerebbe vederli pubblicati su Psiconline?
per sapere come fare, Clicca qui subito!

Ti è piaciuto l'articolo che hai appena letto e vuoi essere informato sulle novità che vengono pubblicate su Psiconline.it?
Iscriviti alle nostre newsletter settimanali per essere in continuo contatto con la psicologia!

Scegli come ricevere la newsletter:
I agree with the Privacy e Termini di Utilizzo
 
Pubblicità
Vuoi conoscere il nome di uno psicologo e/o psicoterapeuta che lavora nella tua città o nella tua regione? Cercalo subito su logo psicologi italiani
Vuoi conoscere la Scuola di Specializzazione in Psicoterapia adatta alle tue esigenze? O quella più vicina al tuo luogo di residenza? Cercala su logo.png




 

 

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Perché andare in psicoterapia?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Situazione complessa [16102055…

  Nanna, 30 anni Ciao, ho cambiato città e lavoro per il mio compagno e ora siamo arrivati a un punto che in ogni discussione lui prende la valigia ...

Sto bene da solo  [16102359254…

 Zeno, 30 anni     Buonanotte, sono sempre stato ansioso e poco socievole ma ultimamente sento che questo problema si è esarcerbato,spesso ...

Avere una relazione con una pe…

Carpazia, 30 anni     Buonasera, il più delle volte, giustamente direi, ci si concentra sulla persona che soffre di questa patologia, ma c'è b...

Area Professionale

Il pensiero innovativo di Irvi…

Le opere di Irvin Yalom pongono una domanda di vasta portata: è ora che gli psicoanalisti e gli psicoterapeuti rivelino di più ai loro pazienti? E, oltre a sfid...

Psicoterapia: quali effetti su…

Uno studio pubblicato nella rivista “Psychotherapy Research” evidenzia che lavorare come psicoterapeuta e con la psicoterapia ha implicazioni complesse, sia pos...

Il disturbo pedofilico

Secondo il DSM-5 i criteri per diagnosticare ciò che prende il nome di disturbo pedofilico sono definiti come esperienze ricorrenti di eccitazione sessuale inte...

Le parole della Psicologia

Amaxofobia

L'amaxofobia è il rifiuto di origine irrazionale a condurre un determinato mezzo di trasporto. Può essere dovuta, per esempio, al coinvolgimento diretto o di p...

Sonnofilia

La sonnofilia, o sindrome della "bella addormentata", è una parafilia caratterizzata dall'eccitazione stimolata attraverso carezze o altri metodi, esclusi strum...

Masochismo

Deviazione sessuale di meta che spinge l'individuo a cercare l'eccitazione e il piacere solo attraverso la violenza fisica o morale che gli viene inflitta. Spes...

News Letters

0
condivisioni