Pubblicità

3-6-9-12. Diventare grandi all'epoca degli schermi digitali

0
condivisioni

on . Postato in Libri e riviste | Letto 1850 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)

3 6 9 12 diventare grandiA che età e con quali modalità introdurre gli schermi – della televisione, del videogioco, del computer – nella vita dei bambini?


La formula 3-6-9-12 indica quattro tappe fondamentali:
3 anni, l’entrata nella scuola dell’infanzia;
6 anni, la primaria;
9 anni, l’incontro con la lettoscrittura;
11-12 anni, il passaggio alla scuola secondaria.


Così come esistono regole per introdurre nella dieta del bambino latticini, verdure e carne, allo stesso modo è possibile immaginare una “dietetica” degli schermi, per imparare a usarli correttamente. Rinunciando a due tentazioni: idealizzare queste tecnologie e demonizzarle.


Un testo rivolto a genitori e insegnanti, per capire e approfondire un nodo educativo sempre più centrale. Oltre a questo volume, il programma 3-6-9-12 comprende il sito www.educazionedigitale.net e diverse iniziative organizzate dall’agenzia di formazione La Scuola Academy insieme al CREMIT dell’Università Cattolica e all’associazione WeCa della CEI. EDUCAZIONE DIGITALE è un contenitore di iniziative educative e tematiche ritenute importanti per chi si confronta con bambini, preadolescenti e adolescenti nel campo dell'educazione digitale.


Scarica qui il manifesto "Schermi a misura delle singole età".

 

Autore

Serge Tisseron è psichiatra e dottore in psicologia. Molte delle sue opere analizzano il nostro rapporto con gli schermi e le immagini.

Ha partecipato alla stesura del manifesto dell’Accademia delle Scienze “Il bambino e gli schermi”, nel 2013. Tra i suoi ultimi lavori tradotti in italiano: Il sogno in 100 parole (con J.P. Tassin, Gremese, 2015); Il bambino e il rischio del virtuale (con S. Missonnier e M. Storia, Borla, 2009). Pier Cesare Rivoltella è professore ordinario di Didattica e Tecnologie dell’Istruzione e dell’apprendimento presso l’Università Cattolica del S. Cuore di Milano, dove ha fondato e dirige il CREMIT (Centro di Ricerca sull’Educazione ai Media, all’Informazione e alla Tecnologia). Con P.G. Rossi ha curato il manuale "L’agire didattico". Manuale per l’insegnante (La Scuola, 2012).

 


Scrivi articoli di psicologia e psicoterapia e ti piacerebbe vederli pubblicati su Psiconline?
per sapere come fare, Clicca qui subito!
 
Pubblicità
Stai cercando un pubblico specifico interessato alle tue iniziative nel campo della psicologia?
Sei nel posto giusto.
Attiva una campagna pubblicitaria su Psiconline
logo psicologi italiani
Corsi, Stage, Informazioni per formare e far crescere i Professionisti della Psicologia Logo PSIConline formazione

 

 

 

Tags: bambini, televisione videogiochi regole era digitale schermi digitali computer idealizzazione tecnologia demonizzazione

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Cosa ne pensi dello Psicologo a scuola?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Pensiero ossessivo (1624140870…

Fabio, 34 anni     Gentile Dottoressa/Dottore! Mi chiamo Fabio e 5 anni fà ho commesso un errore di tipo erotico.Ho cominciato a scambiare dei...

Problemi con marito [162342796…

Viola, 38 anni     Buongiorno, avrei bisogno di un consulto per dei problemi con mio marito.Mio marito è molto irascibile ma oltre a urlare no...

Ansia e paura nella guida [162…

Clarissa, 22 anni       Salve, vi scrivo perchè da un paio di mesi sto facendo le guide in autoscuola ma la sto vivendo un po' male...

Area Professionale

La trasmissione intergenerazio…

Modificazioni epigenetiche nei figli di sopravvissuti all’Olocausto I figli di persone traumatizzate hanno un rischio maggiore di sviluppare il disturbo post-t...

Il Protocollo CNOP-MIUR e gli …

di Catello Parmentola CNOP e MIUR hanno firmato nel 2020 un Protocollo d'intesa per il supporto psicologico nelle istituzioni scolastiche. Evento molto positiv...

Come gestire il transfert nega…

Per non soccombere alle proiezioni negative del transfert, lo psicoterapeuta deve conoscere con convinzione ciò che appartiene alla psiche del paziente e ciò ch...

Le parole della Psicologia

Cherofobia

Il termine cherofobia deriva dal greco chairo “rallegrarsi” e phobia “paura”. La cherofobia o "edonofobia",  può essere definita come l’avversione patologi...

Anancasmo

Con i termine “anancasmo”, dal greco ἀναγκασμός ossia "costrizione, violenza", ci si riferisce al sintomo delle nevrosi ossessive o compulsive, consistente nell...

Sentimento

Il sentimento è quella risonanza affettiva, meno intensa della passione e più duratura dell’emozione, con cui il soggetto vive i suoi stati soggettivi e gli asp...

News Letters

0
condivisioni