Pubblicità

La valutazione sociale delle cure parentali

0
condivisioni

on . Postato in Libri e riviste | Letto 821 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)

la valutazione del sociale delle cure parentaliQuesto manuale è rivolto agli operatori impegnati nei servizi di protezione dell’infanzia e dell’adolescenza nel difficile compito di valutare, per sostenere, le capacità genitoriali nei casi di rischio evolutivo e di pregiudizio.

Il suo scopo è quello di fornire strumenti evidence-based attraverso l’illustrazione di casi esemplificativi, focus d’attenzione e concrete raccomandazioni derivanti dall’esperienza professionale.

Gli operatori impegnati nei servizi di protezione dell'infanzia e dell'adolescenza hanno il difficile compito di valutare, per sostenere, le capacità genitoriali nei casi di rischio evolutivo e di pregiudizio.

La valutazione delle cure parentali è un ambito multidisciplinare che dovrebbe garantire una "equipe minima di lavoro" (assistente sociale, psicologo, educatore), spazi per sviluppare e mantenere un'attitudine riflessiva sugli interventi, strumenti collaudati e confrontabili.
In assenza o carenza di queste risorse si produce una condizione di isolamento - a volte di impotenza - professionale che comporta il rischio di assumere una prospettiva adultocentrica e autoreferenziale degli interventi e di esprimere "giudizi" più che pareri professionali.

Il testo fornisce agli operatori strumenti di valutazione collaudati e sperimentati nella pratica professionale attraverso una ricerca-azione sulla casistica che ha visto il diretto coinvolgimento di un nutrito gruppo di assistenti sociali.

Grazie al linguaggio didattico, l'illustrazione di casi esemplificativi, i focus d'attenzione, le concrete raccomandazioni derivanti dall'esperienza professionale e le più aggiornate conoscenze in tema di parenting, il volume è un'utile guida per le giovani generazioni di operatori e studenti che si accingono ad apprendere la professione.

Al contempo, è uno strumento valido anche per i professionisti - psicologi, educatori professionali, insegnanti, avvocati, magistrati - stimolati dal bisogno di condivisione, riflessione comune e crescita professionale verso un ambito d'intervento che implica, oggi, molte sfide.

 

Autore:

Mariagnese Cheli, psicologa e psicoterapeuta, è responsabile del Centro specialistico multidisciplinare contro gli abusi all'infanzia "Il Faro" dell'Azienda USL di Bologna e socia fondatrice dell'Associazione Isola che c'è - Onlus.

Francesca Mantovani, è docente di Principi e fondamenti del servizio sociale nel Corso di Laurea in Servizio Sociale dell'Università di Bologna e Consigliere dell'Ordine degli Assistenti Sociali della Regione Emilia-Romagna.

Tiziana Mori, assistente sociale, formatrice in ambito socio educativo e didatta della Scuola Italiana di Counselling Motivazionale di Ferrara, coordina un Servizio Sociale Minori del Comune di Bologna.

 

Acquista il libro su Amazon

Acquista il libro su Psychostore

 

Ti è piaciuto l'articolo che hai appena letto e vuoi essere informato sulle novità che vengono pubblicate su Psiconline.it?
Iscriviti alle nostre newsletter settimanali per essere in continuo contatto con la psicologia!

I agree with the Privacy e Termini di Utilizzo
 
Pubblicità
Vuoi conoscere il nome di uno psicologo e/o psicoterapeuta
che lavora nella tua città o nella tua regione?
Cercalo subito su

logo psicologi italiani
Corsi, Stage, Informazioni per formare e far crescere i Professionisti della Psicologia
Logo PSIConline formazione

 

 

Tags: psicologo adolescenza educatore infanzia operatori valutazione sociale cure parentali protezione rischio evolutivo pregiudizio, assistente sociale equipe minima di lavoro prospettiva adultocentrica

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Quanto sei soddisfatto della tua vita?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Mia moglie mi ha lasciato (153…

Emyls, 41     Salve, vi scrivo a seguito di questo tragico evento che sta per cambiare la vita della mia famiglia, mia dei miei figli. ...

Il mio ragazzo mi ha allontana…

Sara, 24     Salve Gentili Dottori, ho conosciuto pochi mesi fa un ragazzo e ci siamo messi insieme, per i primi due mesi è stato dolce, comprens...

Rapporto con la figlia (153578…

Gabriella, 62     Salve, avrei bisogno di un vostro parere riguardo il rapporto con mia figlia. Lei ha 36 anni è sposata felicemente senza figli ...

Area Professionale

Pazienti che provengono da pre…

Un breve articolo dedicato a psicologi e psicoterapeuti che si trovano a lavorare con pazienti che provengono da precedenti relazioni psicoterapeutiche e/o sono...

Psicologi e psicoterapeuti sem…

La popolazione dei paesi industrializzati si evolve costantemente e continua a diversificarsi ed è importante che psicologi e psicoterapeuti acquisiscano compet...

Arroccamento e rabbia di un ad…

Un caso clinico di un adolescente "arrabbiato", studiato attraverso il Test del Villaggio e illustrato dal Dottor Luca Bosco Oscar ha 14 anni e ha perso il pap...

Le parole della Psicologia

Pedofilia

  Con il termine pedofilia si intende un disturbo della sessualità di tipo parafilico, caratterizzato da intensi e ricorrenti impulsi o fantasie sessuali ...

Inconscio

Nella sua accezione generica, indica tutte quelle attività della mente inaccessibili alla soglia della consapevolezza Il termine inconscio (dal latino in- cons...

Complesso di Elettra

Secondo la definizione di Carl Gustav Jung il complesso di Elettra si definisce come il desiderio della bambina di possedere il pene, e della competizione con l...

News Letters

0
condivisioni