Pubblicità

Vuoi essere il mio Valentino?

0
condivisioni

on . Postato in Per saperne di più | Letto 3153 volte

5 1 1 1 1 1 Votazione 5.00 (1 Voto)

Il partner migliore: scoprire la qualità della propria relazione d’amore

mio valentinoPer il benessere di noi stessi e della nostra relazione d'amore, "Vuoi essere il mio Valentino?" è la domanda sbagliata da porsi: bisognerebbe chiedersi "Potresti essere il mio Valentino?"

Una relazione potrebbe diventare una delle più importanti fonti di felicità nella vostra vita, ma è fondamentale comprendere se il vostro rapporto è produttivo o semplicemente sopravvive di abitudine per compiere scelte giuste in futuro.

Ma come si può sapere con certezza se il vostro partner è il tipo di persona che fa per voi e la vostra felicità a lungo termine?
E’ consigliabile considerare molteplici fattori per valutare se il vostro partner potrebbe essere il vostro Valentino, quest'anno ma anche in futuro.

Il problema dell'erba più verde

Tutti vorrebbero stare con il compagno migliore.
Ci sono partner più interessanti, divertenti o intelligenti? Il vostro partner attuale si preoccupa per un confronto che potreste fare con un'altra persona?

Gli psicologi valutano la qualità delle possibili alternative che una relazione ha a disposizione, interpretando le risposte ad affermazioni come ad esempio "Se non stessi uscendo con il mio compagno, avrei comunque trovato un'altra persona interessante".

In accordo con questo tipo di affermazione e con la credenza di avere alternative di alta qualità, avete sicuramente fiducia in voi stessi e nelle vostra capacità di attrarre un buon partner. Tuttavia, oltre il risvolto positivo, pensare ad altre opzioni o possibilità potrebbe minare la stabilità del vostro rapporto attuale.

In definitiva, in un rapporto sano, non si dovrebbe alludere al fatto che potrebbe esserci fuori un'altra erba più verde, perché già dovreste stare con quel qualcuno che ritenete sia il meglio per voi e viceversa.

Migliorarsi a vicenda

Le buone relazioni hanno tanti vantaggi. Primo tra tutti avere qualcuno con cui condividere la vostra giornata, che si prende cura di voi quando non vi sentite bene.

Le nostre relazioni sociali influenzano positivamente la nostra salute fisica e migliorano quella mentale, diminuendo la depressione o l'ansia. A tutto questo beneficio si aggiunge la possibilità di costruire una vita insieme.

Un buon rapporto con il vostro partner aiuta a diventare una persona migliore. I ricercatori definiscono questa esperienza auto-espansione: è la vostra opportunità di auto-crescita grazie alla relazione.

Le relazioni che hanno sperimentato un'auto-espansione significativa sono le più soddisfacenti, coinvolgenti e passionali; la coppia si sente meno annoiata e, di conseguenza, meno propensa a prestare attenzione ad altri potenziali partner.

Sentire meno interesse per l'altro ed avere voglia di evadere sono predittori del fatto che il vostro partner non vi sta aiutando nella crescita e nel miglioramento personale, pertanto è giunto il momento di trovare partner migliore.

Sicuramente sapere se state con il miglior partner è difficile, ma essere informati sui fattori che rendono sano e buono un rapporto potrebbe aiutare a prendere la decisione di restare o meno nella relazione.

 

Tratto da PsyPost

 

(Traduzione e adattamento a cura della Dottoressa Benedetta Marrone)

 


Scrivi articoli di psicologia e psicoterapia e ti piacerebbe vederli pubblicati su Psiconline?
per sapere come fare, Clicca qui subito!

Ti è piaciuto l'articolo che hai appena letto e vuoi essere informato sulle novità che vengono pubblicate su Psiconline.it?
Iscriviti alle nostre newsletter settimanali per essere in continuo contatto con la psicologia!

Scegli come ricevere la newsletter:
I agree with the Privacy e Termini di Utilizzo
 
Pubblicità
Vuoi conoscere il nome di uno psicologo e/o psicoterapeuta che lavora nella tua città o nella tua regione? Cercalo subito su logo psicologi italiani
Corsi, Stage, Informazioni per formare e far crescere i Professionisti della Psicologia Logo PSIConline formazione

 

 

 

Tags: felicità problema rapporto relazione decisione futuro vantaggi attenzione partner certezza possibilità auto-espansione opportunità crescita

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Dopo tanto il nuovo Psiconline è arrivato. Cosa ne pensi?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Morte del padre senza emozioni…

 bianca, 54 anni     Buongiorno Dottori, da qualche settimana è morto mio padre di 81 anni dopo una breve malattia. Non ho mai avuto un b...

Il mio fidanzato mi umilia [1…

Ragazza991, 19 anni         Buonasera,   sono fidanzata da due anni, e ormai è da un anno o poco più che ogni volta che gl...

Aiuto [1610926691822]

Brigida, 38 anni     Buonasera, sono una mamma disperata. Vi scrivo per un consulto in merito a mia figlia Giulia di 9 anni. Da un annetto circ...

Area Professionale

Il modello Kübler-Ross: le cin…

Nel 1969, Elizabeth Kübler-Ross, lavorando con pazienti terminali, ha ideato un modello in cui venivano presentate le cinque fasi del dolore: diniego, rabbia, c...

Sistema Tessera Sanitaria - No…

ultimi aggiornamenti sull' utilizzo della Tessera Sanitaria per psicologi.   Uno fra tutti è il cambio del termine per la comunicazione online delle sp...

Protocollo CNOP-MIUR, Bandi e …

Brevi considerazioni sul Protocollo CNOP-MIUR per il supporto psicologico nelle istituzioni scolastiche e sue implicazioni/intersezioni con il Codice Deontologi...

Le parole della Psicologia

Ecolalia

L'ecolalia è un disturbo del linguaggio che consiste nel ripetere involontariamente, come un'eco, parole o frasi pronunciate da altre persone Si osserva, come ...

Sentimento

Il sentimento è quella risonanza affettiva, meno intensa della passione e più duratura dell’emozione, con cui il soggetto vive i suoi stati soggettivi e gli asp...

Fissazione

Nel linguaggio comune, quando parliamo di fissazioni, ci riferiamo a comportamenti che la persona ha sempre messo in atto, che sono diventati abituali e che la ...

News Letters

0
condivisioni