Pubblicità

Cyberbullismo

0
condivisioni

on . Postato in Le parole della Psicologia | Letto 3915 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)

cyberbullismoIl termine cyberbullismo, o bullismo on-line, indica una nuova forma di bullismo e di molestia che avviene tramite l’uso delle nuove tecnologie: e-mail, blog, chat, cellulari e social network.

Essa può essere definita una nuova forma di devianza giovanile, basata sull’utilizzo di internet o del cellulare come armi di violenza o di offesa tra i pari.

Il cyberbullismo ha delle caratteristiche proprie che lo differenziano dal bullismo tradizionale:

  • Anonimato del molestatore: questa forma di devianza attira molto i ragazzi grazie all’anonimato consentito dalle nuove tecnologie.
  • Difficile reperibilità: la mancanza di incontri faccia-a-faccia rende più difficile reperire il bullo.
  • Indebolimento delle remore etiche: le due caratteristiche precedenti favoriscono la minimizzazione dei sensi di colpa del bullo e la mancata attivazione di risposte empatiche verso la vittima. In queste situazioni i ragazzi dicono o fanno cose che nella realtà, o di persona, non farebbero.
  • Assenza di limiti spaziotemporali: a differenza del bullismo tradizionale che avviene in luoghi e momenti specifici (ad esempio in contesto scolastico), il cyberbullismo non ha limiti temporali o geografici.

Pubblicità

I criteri che definiscono il cyberbullismo sono l’intenzionalità, la ripetitività e lo squilibrio di potere, a cui successivamente hanno aggiunto l’anonimato e la diffusione pubblica delle informazioni.

Nancy Willard ha proposto otto specifiche categorie di comportamento che caratterizzano il cyber bullismo:

  • Flaming: messaggi online violenti e volgari mirati a suscitare battaglie verbali in un forum.
  • Harassment: consiste nell’invio ripetuto di messaggi insultanti, mirati a ferire.
  • Denigration: è la denigrazione della vittima attraverso la diffusione di notizie false, immagini o filmati.
  • Impersonation: il bullo riesce a violare un account e a farsi passare per la vittima,  spedendo messaggi e creare problemi alla persona di cui prende il posto.
  • Exposure: si pubblicano informazioni private e/o imbarazzanti su un'altra persona.
  • Trickery: dopo un periodo di amicizia in cui si ottenere la fiducia della vittima, si pubblicano o condividono con altri le informazioni confidate .
  • Exlusion: si esclude deliberatamente una persona da un gruppo online per provocare in essa un sentimento di emarginazione.
  • Cyberstalking : sono molestie e denigrazioni ripetute, mirate a incutere paura.

 

Riferimenti bibliografici:

  • Gallina M.A. (2011) “Dentro il bullismo. Contributi e proposte socio-educative per la scuola”. Franco Angeli edizioni.
  • Willard, N.E. (2007). “Cyberbullying and cyberthreats”.  Research press

 

(Dott.ssa Susanna Mariagrazia)

 

Ti è piaciuto l'articolo che hai appena letto e vuoi essere informato sulle novità che vengono pubblicate su Psiconline.it?
Iscriviti alle nostre newsletter settimanali per essere in continuo contatto con la psicologia!

Scegli come ricevere la newsletter:
I agree with the Privacy e Termini di Utilizzo
 
Pubblicità
Vuoi conoscere il nome di uno psicologo e/o psicoterapeuta che lavora nella tua città o nella tua regione? Cercalo subito su logo psicologi italiani
Corsi, Stage, Informazioni per formare e far crescere i Professionisti della Psicologia Logo PSIConline formazione

 

 

Tags: cyberbullismo le parole della psicologia

0
condivisioni

Guarda anche...

Le parole della Psicologia

Il Cyber-Sex

La Cyber-Sex Addiction: pornografia, sesso in rete e dipendenza. Il termine Cyber-Sex, dall’inglese “sesso (Sex) cibernetico (Cybernetic), si riferisce all’attività sessuale praticata attraverso le...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Ritieni che la tua alimentazione possa influenzare il tuo umore?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Sessualità (1560543734926)

Cinzia,56 Buonasera, c’è una cosa che mi assilla. ...

Coppia e Famiglia (15604028132…

damiano, 46 Ho una dipendenza affettiva verso una donna della mia eta'. ...

Oscillazioni (1558793295819)

Tatiana, 21 E' difficile dire a che campo appartiene il mio problema, penso sia un insieme di causa: sta di fatto che per semplificare posso affermare che ho...

Area Professionale

Articolo 21 - il Codice Deonto…

Prosegue su Psiconline.it, con il commento all'art.21 (insegnamento strumenti e tecniche psicologiche), il lavoro a cura di Catello Parmentola e di Elena Leardi...

Articolo 20 - il Codice Deonto…

Prosegue su Psiconline.it, con il commento all'art.20 (didattica e deontologia), il lavoro a cura di Catello Parmentola e di Elena Leardini che settimana dopo s...

Articolo 19 - il Codice Deonto…

Prosegue su Psiconline.it, con il commento all'art.19 (selezione e valutazione), il lavoro a cura di Catello Parmentola e di Elena Leardini che settimana dopo s...

Le parole della Psicologia

Spasmi affettivi

Gli spasmi affettivi sono manifestazioni caratterizzate dalla perdita temporanea di respiro conseguente ad una situazione di disagio o di rabbia del bambino. Q...

Volontà

In psicologia, il concetto di volontà viene concepito, a seconda della scuola di riferimento, come: • Una funzione autonoma, non riconducibile ad altri process...

Amok

"Follia rabbiosa, una specie di idrofobia umana... un accesso di monomania omicida, insensata, non paragonabile a nessun'altra intossicazione alcolica".» (Zweig...

News Letters

0
condivisioni