Pubblicità

Sono stata una vittima di bullismo? (14733245301)

0
condivisioni

on . Postato in Adolescenza | Letto 890 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)

le risposte dellesperto

 

 

Maur99, 17

D

 

 

Salve,sono un ragazzo di 17 anni che da quando è uscito dalle medie ha avuto sempre il tormento di non sapere se era stato o non stato vittima di bullismo e da questa domanda è nata una fortissima insicurezza che mi ha fatto chiudere creando in me una grande gabbia mentale.

Ho rincontrato pure uno dei bulli e (facendo finta di farlo amichevolmente) ho restituito il pugno medio che mi aveva dato lui ma nonostante tutto penso di non averglielo dato bene e infatti ci sto ragionando su.

Alle medie mi hanno fatto delle cose poco amichevoli come per esempio spintoni che mi stavano per far cadere giù,mi hanno fatto piangere,pugni(che non ho sentito tranne uno che penso di aver vendicato) ecc...... Io rispondevo quasi sempre perchè ero abbastanza forte(ma non ero sveglio) a tutto e mettevo quasi sempre di mezzo i miei genitori e le insegnati arrivando a farmi odiare da tutti.

Oggi infatti non ho amici e quando mi vedono mi offendono quasi sempre,non penso a quello che è successo alle medie solo quando combatto per motivi nuovi contro nuove persone.

Io dopo le medie cambiando anche aria ho continuato a litigare con tutti arrivando anche a menarmi,non riesco a capire più niente, il fatto è che anche da piccolo litigavo con tutti e proprio un anno prima dalla prima media mi ero picchiato per poi piangere.

Non so cosa pensare,sono o non sono una vittima di bullismo dalle mie riflessioni sto scoprendo di no perchè sono pari e mi manca solo da confermare alcune cose, voi cosa ne pensate?
La cosa più brutta al mondo è non capire chi sei......Io non riesco a vivere così aiutatemi vi prego!

 


consulenza psicologica

Vuoi richiedere una consulenza gratuita online ai nostri Esperti?
Clicca qui e segui le istruzioni. Ti risponderemo al piu' presto!

 

Pubblicità

 

R

 

 

Caro Maur99,

dalle tue informazioni non si evince chiaramente se tu abbia subito bullismo oppure no. Per bullismo si intendono tutte quelle azioni di sistematica prevaricazione e sopruso perpetrate da uno o più individui (bulli) ai danni di un bambino o adolescente percepito più debole (vittima).

Tuttavia ciò che dovresti chiederti è piuttosto come mai ti assilla così tanto non sapere se quello che hai vissuto sia definibile come bullismo oppure no. Ciò che conta è che hai sofferto per questo, però ora è passato. Dovresti piuttosto capire se ciò che hai vissuto influenza ancora il tuo presente oppure no.

Se la risposta è affermativa allora ti consiglierei di rivolgerti ad un esperto che possa aiutarti a superare questo blocco e a vivere più serenamente. Per qualsiasi altro dubbio rimango a tua disposizione.

Cordiali saluti,
dott.ssa Eleonora Mercadante

 

A cura della Dottoressa Eleonora Mercadante

 

 

Ti è piaciuto l'articolo che hai appena letto e vuoi essere informato sulle novità che vengono pubblicate su Psiconline.it?
Iscriviti alle nostre newsletter settimanali per essere in continuo contatto con la psicologia!

Scegli come ricevere la newsletter:
I agree with the Privacy e Termini di Utilizzo
 
Pubblicità
Vuoi conoscere il nome di uno psicologo e/o psicoterapeuta
che lavora nella tua città o nella tua regione?
Cercalo subito su

logo psicologi italiani
Corsi, Stage, Informazioni per formare e far crescere i Professionisti della Psicologia
Logo PSIConline formazione

 

 

 

 

Tags: insicurezza adolescenza vittime di bullismo soprusi gabbia mentale prevaricazioni

0
condivisioni

Guarda anche...

Le parole della Psicologia

Angoscia

« Con il termine angoscia non intendiamo quell'ansietà assai frequente che in fondo fa parte di quel senso di paura che insorge fin troppo facilmente. L'angoscia è fondamentalmente diversa dalla...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Cosa ne pensi dello Psicologo a scuola?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Relazione di coppia patologica…

Matilde, 39     Salve, da qualche anno convivo con un uomo che giunti al secondo anno si è trasformato. Inizialmente ero un po' più fredda io for...

Complesso di inferiorità (1548…

Maria, 24     Sono una ragazza di 24 anni neolaureata, mi sono trasferita a Milano per un master dove attualmente convivo con il mio fidanzato, a...

Tradimento e sofferenza (15486…

Eva, 39     Dopo 12 anni di matrimonio totalizzante e meraviglioso, ho improvvisamente tradito mio marito, una cosa che non avrei mai e poi mai c...

Area Professionale

Articolo 4 - il Codice Deontol…

Articolo 4 Nell’esercizio della professione, lo psicologo rispetta la dignità, il diritto alla riservatezza, all’autodeterminazione ed all’autonomia di coloro ...

Che cos’è il Test del Villaggi…

Il test del Villaggio è un reattivo psicodiagnostico che può essere somministrato ai bambini, agli adolescenti, agli adulti, alle coppie, alla coppia genitore-b...

Articolo 3 - il Codice Deontol…

Articolo 3 Lo psicologo considera suo dovere accrescere le conoscenze sul comportamento umano ed utilizzarle per promuovere il benessere psicologico dell’indiv...

Le parole della Psicologia

Ecolalia

L'ecolalia è un disturbo del linguaggio che consiste nel ripetere involontariamente, come un'eco, parole o frasi pronunciate da altre persone Si osserva, come ...

Allucinazioni

Con il termine allucinazioni si fa riferimento alla percezione di qualcosa che non esiste, ma che tuttavia viene ritenuta reale. Le allucinazioni si presenta...

Intelligenza Emotiva

"Si tratta delle capacità di motivare se stessi e di persistere nel perseguire un obiettivo nonostante le frustazioni; di controllare gli impulsi e rimandare la...

News Letters

0
condivisioni