Pubblicità

Ansia e panico (146150984124)

0
condivisioni

on . Postato in Ansia, Stress, Panico | Letto 707 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)

le risposte dellespertoRosa, 24

 

D

 

 

È un anno che non esco x ansia e attacchi di panico dovuti a vari traumi...è un mese che ho partorito e va tutto peggio.ogni persona mi mette panico anche la mia famiglia e il mio compagno, sto sempre a letto e anche quando sono sola ho panico comunque...sono 24h su 24 con ansia e ogni minuto della mia giornata è pensare lei.

Mi sento impazzire e non ho più una vita. Adesso sto facendo una cura di testa mia e non fa nemmeno effetto. Ho paura anche ad andare da uno psicologo o psichiatra pensando che non risolva nemmeno il problema , a questo punto non avrei più possibilità x vivere bene..aiuto :(

 


consulenza psicologica

Vuoi richiedere una consulenza gratuita online ai nostri Esperti?
Clicca qui e segui le istruzioni. Ti risponderemo al piu' presto!

 

Pubblicità

 

R

 

 

Cara Rosa,
Nella mail racconti di soffrire di ansia e di attacchi di panico ormai da un anno e che questi sintomi sono dovuti a vari traumi; quali?
Cosa ti è successo un anno fa? Cosa stava accadendo nella tua vita prima di avere il primo attacco di panico e/o di ansia?

Se non sei stata da uno specialista (psicoterapeuta e/o psichiatra) chi ti ha fatto questa diagnosi?
Dici che dopo il parto, avvenuto circa un mese fa, la situazione è ulteriormente peggiorata.

Purtroppo racconti molto poco, quasi nulla della tua storia ed è tanto difficile capire cosa ti ha portato a stare così male.
Stai facendo una cura di testa tua, che cura? Dove l'hai trovata?

Ti sconsiglio caldamente il "fai da te" sia per problemi fisici che psichici. Non ci si può curare da soli né tanto meno fare autodiagnosi. È pericoloso e spesso fuorviante.

Ti suggerisco di contattare uno psicoterapeuta per iniziare a lavorare sui traumi pregressi che hanno portato allo sviluppo della tua sintomatologia attuale. Puoi lavorare bene con un terapista EMDR.

Non escludo in una prima battuta anche l'intervento di uno psichiatra per stabilizzare un po' i sintomi con dei farmaci. Poi sarà comunque il tuo terapista, una volta fatta una diagnosi specifica, ad indirizzarti.

È più di un anno che stai male e non usufruisci delle cure adeguate. Quindi dovrai rimboccarti un po' le maniche ed iniziare a darti da fare per curarti.
Nulla è impossibile, basta iniziare.

Cordialmente

Dr. Alessandra Carini
Psicologo - Psicoterapeuta
E.M.D.R. - Psicologo Forense

 

(A cura della Dottoressa Alessandra Carini)

 

Pubblicato in data 06/05/2016

 

 

Ti è piaciuto l'articolo che hai appena letto e vuoi essere informato sulle novità che vengono pubblicate su Psiconline.it?
Iscriviti alle nostre newsletter settimanali per essere in continuo contatto con la psicologia!

I agree with the Privacy e Termini di Utilizzo
 
Pubblicità
Vuoi conoscere il nome di uno psicologo e/o psicoterapeuta
che lavora nella tua città o nella tua regione?
Cercalo subito su

logo psicologi italiani
Corsi, Stage, Informazioni per formare e far crescere i Professionisti della Psicologia
Logo PSIConline formazione

 

 

Tags: ansia attacchi di panico psicologo psicoterapeuta psichiatra terapia farmacologica gravidanza psicoterapia EMDR

0
condivisioni

Guarda anche...

Le parole della Psicologia

Afefobia

L’afefobia è una fobia specifica che si concretizza con il disagio e la paura ingiustificate e persistenti di toccare e di essere toccati da altre persone. La parola afefobia, data dall’unione di due...

Le parole della Psicologia

Atarassia

L’atarassia (dal greco “ἀταραξία”, assenza di agitazione o tranquillità) è «la perfetta pace dell’anima che nasce dalla liberazione delle passioni» secondo la filosofia etica legata alla ricerca...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Le festività ti aiutano a stare meglio?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Mi innamoro di persone che non…

Julia, 25     Buongiorno, sono una ragazza che non ha una normale vita sociale di una persona di 25 anni, né un buon rapporto con mio padre. ...

Superare una violenza subita (…

Cima, 23     Quasi due anni fa sono stata violentata da un ragazzo che conosco. ...

Efficacia farmaci per depressi…

Giovanni, 32     Per i miei sintomi di forte depressione, ansia, panico ed ipocondria con malattie somatizzate, dal 23 agosto sto curandomi con Z...

Area Professionale

Il counselling non può essere …

Maria Sellini, Segretario Generale dell'AUPI, ha inviato una lettera al Quotidiano Sanità affrontando il problema del counselling. La riportiamo integralmente, ...

Pazienti che provengono da pre…

Un breve articolo dedicato a psicologi e psicoterapeuti che si trovano a lavorare con pazienti che provengono da precedenti relazioni psicoterapeutiche e/o sono...

Psicologi e psicoterapeuti sem…

La popolazione dei paesi industrializzati si evolve costantemente e continua a diversificarsi ed è importante che psicologi e psicoterapeuti acquisiscano compet...

Le parole della Psicologia

Empatia

Il termine empatia si riferisce alla capacità di una persona di partecipare ai sentimenti di un'altra, nel “mettersi nei panni dell’altro”, entrando in sintonia...

Parafilia

  Con il termine Parafilie si fa riferimento ad un insieme di perversioni sessuali caratterizzate dalla presenza di comportamenti regressivi che prendono ...

Suicidio

Per suicidio (dal latino suicidium, sui occido, uccisione di se stessi) si intende l'atto con il quale un individuo si procura volontariamente e consapevolmente...

News Letters

0
condivisioni