Pubblicità

Credo di essere depressa (1457010722930)

0
condivisioni

on . Postato in Depressione | Letto 1120 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)

le risposte dellespertoMonica,29

 

D

 

 

Mi sto rivolgendo a voi perchè per adesso non voglio dichiarare a nessuno il mio stato anche se credo di soffrirne da anni.

Ho eseguito il vostro test di valutazione dello stato di depressione ed è uscito un risultato medio-alto e così ho deciso di scrivere cosa mi sta capitando.

Non ho vissuto una vita facile dal punto di vista emotivo; sono sempre stata messa alla prova, partendo da quando una delle persone più importanti della mia vita è morta a soli 33 anni.
Poi il mio ragazzo, a soli 17 anni, mi è stato strappato via dai suoi genitori. Siamo stati quattro anni lontani e nonostante questo siamo riusciti a stare insieme. Circa otto anni fa mi sono trasferita da lui (a casa dei sui!! convivenza non facile) e abbiamo continuato a studiare. Finita la laurea il mio mondo è crollato.

Nonostante avevo il mio amore accanto, l'unica cosa che riuscivo a pensare era quella di realizzarmi con lui, prendere una casa tutta nostra, formare la nostra famiglia ect. Ma, ora che almeno grazie a lui (perchè è lui quello che ha trovato lavoro) abbiamo parte di tutto quello che avevamo sognato (premesso mi sposo fra poco), io sono crollata.

Ho sempre avuto degli alti e bassi e molto spesso piangevo senza motivo, ma credo che questa volta la cosa sia più seria del previsto. Dato che so cosa vuol dire entrare in uno stato di depressione VERA, spero di essermene accorta prima.

Lavoro saltuariamente e quando capita mi sento utile. Mentre quando sono a casa (e ormai ci sono da quasi un mese) dopo il terzo giorno mi riempo di sensi di colpa, mi sento perfettamente inutile e cerco di fare il possibile per tenermi impegnata.

Ma capitano giorni in cui la mia vita sembra non avere un senso e sto tutto il giorno a letto a piangere e mangiare. E come se non bastasse, tutti intorno a me non fanno altro che ricordarmelo o calcare la voce sul fatto che non ho un lavoro, come se fossi una menomata e che non fossi in grado di mandare un CV. Sapete quanti ne ho mandati solo stamattina 35!! Direi che adesso basta!!

Ormai se decido di fare qualcosa, tanto per dare un senso alla mia giornata, se capita qualcosa che la fa andare storta, cado in uno stato quasi catatonico e il mio primo istinto è quello di rimproverare il mio compagno senza che lui abbia fatto nulla.

Sento come se lui non riuscisse a capirmi e quindi non si rende conto dei miei piccoli segnali. Sto tutto il giorno sola a casa e il mio unico obiettivo è quello di fare il bucato, sistemare (quando riesco ad alzarmi dal letto) e preparare la cena. Ormai il mio compagno conosce più i suoi colleghi che me. Quando torna a casa è stanco e già alle nove siamo a letto a dormire. Ma posso rimproverarlo? no! mi sento male a pensare a queste cose ma non si può vivere solo per il sabato e la domenica.

Questa non è assolutamente vita!! Se ho pensato al suicidio???? si! quasi ogni giorno. Credo che se non ci fossi tanto non se ne accorgerebbe nessuno. Non so se sono stata troppo prolissa, ma penso che abbia veramente bisogno di aiuto e dato che non mi sento di coinvolgere nessuno che conosco spero che uno sconosciuto possa essere un faro o qualcosa che mi tiri un pò su! Ho sempre fatto tutto da sola nella mia vita, ma quando mi manca un obbiettivo da raggiungere sto malissimo. Che cosa devo fare?

 


consulenza psicologica

Vuoi richiedere una consulenza gratuita online ai nostri Esperti?
Clicca qui e segui le istruzioni. Ti risponderemo al piu' presto!

 

Pubblicità

 


 

R

 

 

Gentile Monica,
purtroppo la sua situazione è molto dolorosa: avere investito tempo, risorse, fatica per raggiungere un obiettivo importante e poi non poter utilizzare il frutto di tanta fatica.

In termini pratici l'unico suggerimento che posso darle è insistere anche con lavoretti dequalificati: la situazione necessariamente cambierà e il problema lavoro troverà una soluzione, le auguro nel settore per il quale si è preparata, nel frattempo potrebbe vedere se ci sono corsi gratuiti su argomenti che le interessano, questo per interrompere  il circolo vizioso che sta per inghiottirla.

Per quanto concerne la sua situazione psicologica, non ho sufficienti informazioni, però ho la sensazione che la sua frase: " Ho sempre fatto tutto da sola nella mia vita, ma quando mi manca un obbiettivo da raggiungere sto malissimo." faccia intravedere una grande solitudine ed un desiderio di tenere tutto sotto controllo.
Ora vivere senza aiuti è impossibile e doloroso, tenere tutto sotto controllo è faticoso e inutile.

Forse dovrebbe tenere in maggior considerazione gli aspetti positivi della sua vita: si è laureata, ha una persona che le vuole bene e con la quale state organizzando il vostro futuro, sicuramente molte persone le vogliono bene ma lei non se ne accorge, ha a disposizione molto tempo che, finché non trova un lavoro,  può utilizzare per sé o imparando cose nuove o aiutando altri o godendo della bellezza della natura: le capita mai di andare in campagna a raccogliere gli asparagi selvatici?

So che queste le sembreranno parole inutili, ma se ha voglia può venire da me per un primo colloquio gratuito per capire meglio le origini profonde delle sue difficoltà.
Augurandole che quando le perverrà questa risposta lei stia già molto meglio, la saluto.
S. Bertini

 

 
Pubblicato in data 15/04/2016
 

Scrivi articoli di psicologia e psicoterapia e ti piacerebbe vederli pubblicati su Psiconline?
per sapere come fare, Clicca qui subito!

Ti è piaciuto l'articolo che hai appena letto e vuoi essere informato sulle novità che vengono pubblicate su Psiconline.it?
Iscriviti alle nostre newsletter settimanali per essere in continuo contatto con la psicologia!

Scegli come ricevere la newsletter:
I agree with the Privacy e Termini di Utilizzo
 
Pubblicità
Vuoi conoscere il nome di uno psicologo e/o psicoterapeuta che lavora nella tua città o nella tua regione? Cercalo subito su logo psicologi italiani
Corsi, Stage, Informazioni per formare e far crescere i Professionisti della Psicologia Logo PSIConline formazione

 

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Tags: istinto stato di depressione, aspetti positivi,

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Come reagisci allo stress?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Fobie, paranoie (1579177546962…

Bibby, 40 anni Salve ho 40 anni 2 figli ho perso mia madre 10 anni fa e da allora si è acutizzato tutto paure fobie ansie ancora non ho accettato e provo fan...

Ansia e panico (1579815239457)

Mmonic, 17 anni   Vi contatto perché non so come fare, come reagire e come trovare una soluzione. Negli ultimi mesi ho il terrore di andare a scuola f...

Ho paura delle conseguenze di …

Orchidea55, 20 anni     Salve Dott.re/ssa, innanzitutto vorrei ringraziarvi  per il servizio che offrite.Sono una ragazza di 20 anni. Non ho...

Area Professionale

Il Test del Villaggio come tec…

La ripetizione e la trasformazione nello spazio e nel tempo Il test del Villaggio è composto da un kit di 200 pezzi di legno colorato raffiguranti edifici (cas...

Psicologo Faber

Lo psicologo non è solo quello che cura ma, in senso più ampio, è interessato al benessere e alla crescita tanto delle singole persone quanto delle comunità. Co...

Psicologi che fanno video: ste…

Proseguono i consigli di Stefano Paolillo agli psicologi che fanno video e che desiderano utilizzarli nella promozione della loro attività professionale Nel pr...

Le parole della Psicologia

Desiderio

Tra Freud e Lacan: Dalla ricerca dell’Altro al Desiderio dell’Altro. Il desiderio, dal latino desiderĭu(m), “desiderare”, fa riferimento ad un moto intenso d...

Climaterio

In medicina si intende il periodo che precede e segue la menopausa, nella donna, o il periodo che precede l'andropausa, negli uomini, caratterizzato dalla cessa...

Androfobia

L’androfobia rientra nella grande categoria delle fobie e viene definita come paura degli uomini. Nelle femmine questa paura tende a determinare un’avversione p...

News Letters

0
condivisioni