Pubblicità

Non riesco a lasciarmi andare (1548174744945)

0
condivisioni

on . Postato in Sessualità | Letto 423 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)

le risposte dellespertoDisperata timida, 27

domanda

 

 

Gentili dottori, spero davvero che qualcuno di voi possa aiutarmi.

Ho 27 anni, ho conosciuto mio marito quando ero solo una ragazzina ed è stato il mio primo grande amore, siamo insieme da quasi 12 anni e finalmente a settembre ci siamo sposati.

Abbiamo un bellissimo rapporto, ridiamo tanto insieme e siamo sempre riusciti a superare le difficoltà rimanendo uniti e senza mai perdere di vista il sentimento che ci lega e l'importanza che abbiamo l'uno nella vita dell'altra.

Anche sessualmente andrebbe tutto bene, se non fosse per un problema che ormai ci affligge da tempo... ovvero la mia timidezza tra le lenzuola. Mi spiego: provo desiderio, amo da morire mio marito e lo trovo bellissimo, a volte mi perdo a guardarlo e a fantasticare su di lui quando non siamo insieme e a immaginare cosa vorrei fargli... Ma poi arriva il momento e per quanto io vorrei "saltargli addosso" è come se mi bloccassi, come se mi sentissi timida e quasi mi vergognassi di mettere in atto quello che vorrei e alla fine aspetto sempre che sia lui ad avvicinarsi, a quel punto non mi tiro mai indietro, anzi.

Mi dispiace però che lui soffra per questo, mi vorrebbe più "tigre", come in generale sono nella vita di tutti i giorni... e in effetti le poche volte che cerco di superare la mia timidezza le cose vanno alla grande ed è lui stesso a dirmelo. Credo che uno dei motivi sia legato alla mia scarsa autostima dal punto di vista fisico, per quanto lui mi apprezzi io mi detesto e ho sempre odiato il mio corpo.. A volte non riesco nemmeno a capire cosa ci abbia visto in me...

Se può servire non sono mai stata molto audace, ma credo che le cose siano peggiorate dopo l'inizio della nostra convivenza. Spero possiate aiutarmi, lui dice che ormai si sta rassegnando, ma io vorrei davvero migliorare le cose e renderlo felice ed appagato, anche perché stiamo progettando una famiglia e vorrei che il nostro rapporto fosse più solido che mai. Grazie.


consulenza psicologica

Vuoi richiedere una consulenza gratuita online ai nostri Esperti?
Clicca qui e segui le istruzioni. Ti risponderemo al piu' presto!

 

Pubblicità

 


risposta

 

 

Cara Disperata Timida,

Ti ringrazio per il coraggio che hai dimostrato nell'aprirti su una problematica sessuale, un tema che riguarda molte più persone di quante si sentano pronte a parlarne, e che è ancora circondato da molti più tabù di quanto alla nostra cultura piace farci pensare.

Mi chiedo però "di chi" sia il problema della tua timidezza a letto, chi lo percepisca, chi ne soffra. Tu, o tuo marito? O entrambi?

Tu patisci del fatto che vorresti cambiare, lasciarti andare e superare un tuo blocco per vivere meglio la tua sessualità, oppure soltanto del fatto che temi di non appagare completamente tuo marito?

Mi domando, e ti domando, cosa significhi per te essere amata: è qualcosa a cui hai diritto incondizionatamente, o qualcosa che devi "meritare" compiacendo l'altro, adeguandoti ai suoi desideri fino a precederli, e rendendoti responsabile della sua felicità o meno?

Credo che per amare in modo pieno, ed eventualmente disinibito, l'altro, ognuno di noi dovrebbe prima imparare ad amare in modo incondizionato se stesso. Credo anche che un presupposto indispensabile per poter cambiare sia poterci prima accettare per come siamo.

Vedo quindi in questa problematica sessuale che porti, una preziosa occasione per te di affrontare qualcosa di più profondo e più grande, che riguarda il rapporto che hai con te stessa e col tuo corpo, la tua autostima e l'immagine che hai di te.

Ti incoraggio a guardare ciò che appare come un problema sotto una luce più positiva, come un'opportunità di crescita e un messaggio che ti può guidare verso un maggiore benessere. Se te la senti, questo potrebbe essere il momento giusto per intraprendere un percorso di crescita psicologica con un professionista. La scomparsa della tua timidezza a letto potrà eventualmente venire da sé come conseguenza di un mutamento più ampio, senza che tu abbia bisogno di focalizzarti eccessivamente su di essa, con la tranquillità che questa modalità della vostra relazione sessuale comunque non mette in discussione il vostro amore, e nemmeno ostacola o riduce i vostri rapporti sessuali.

Un miglioramento della relazione d'amore che hai e avrai sempre con te stessa non potrà che ripercuotersi positivamente anche sulla vostra relazione di coppia.

 

 

Pubblicato il 24/01/2019

 

 

A cura della Dottoressa Elisabetta Ranghino

 


Scrivi articoli di psicologia e psicoterapia e ti piacerebbe vederli pubblicati su Psiconline?
per sapere come fare, Clicca qui subito!

Ti è piaciuto l'articolo che hai appena letto e vuoi essere informato sulle novità che vengono pubblicate su Psiconline.it?
Iscriviti alle nostre newsletter settimanali per essere in continuo contatto con la psicologia!

Scegli come ricevere la newsletter:
I agree with the Privacy e Termini di Utilizzo
 
Pubblicità
Vuoi conoscere il nome di uno psicologo e/o psicoterapeuta che lavora nella tua città o nella tua regione? Cercalo subito su logo psicologi italiani
Corsi, Stage, Informazioni per formare e far crescere i Professionisti della Psicologia Logo PSIConline formazione

 

 

 

Tags: sessualità andare connsulenza online gratuita

0
condivisioni

Guarda anche...

Le parole della Psicologia

Pornografia

Per definire un materiale o contenuto con il termine di ‘pornografia’ è necessario che “una rappresentazione pubblica sia esplicitamente sessuale per essere pornografica, ma non sufficiente”. Il termine...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Cosa fare di fronte alla crisi?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Fobie, paranoie (1579177546962…

Bibby, 40 anni Salve ho 40 anni 2 figli ho perso mia madre 10 anni fa e da allora si è acutizzato tutto paure fobie ansie ancora non ho accettato e provo fan...

Ansia e panico (1579815239457)

Mmonic, 17 anni   Vi contatto perché non so come fare, come reagire e come trovare una soluzione. Negli ultimi mesi ho il terrore di andare a scuola f...

Ho paura delle conseguenze di …

Orchidea55, 20 anni     Salve Dott.re/ssa, innanzitutto vorrei ringraziarvi  per il servizio che offrite.Sono una ragazza di 20 anni. Non ho...

Area Professionale

Il Test del Villaggio come tec…

La ripetizione e la trasformazione nello spazio e nel tempo Il test del Villaggio è composto da un kit di 200 pezzi di legno colorato raffiguranti edifici (cas...

Psicologo Faber

Lo psicologo non è solo quello che cura ma, in senso più ampio, è interessato al benessere e alla crescita tanto delle singole persone quanto delle comunità. Co...

Psicologi che fanno video: ste…

Proseguono i consigli di Stefano Paolillo agli psicologi che fanno video e che desiderano utilizzarli nella promozione della loro attività professionale Nel pr...

Le parole della Psicologia

Autoaccusa

Si definisce auotaccusa l'accusa che una persona fa, spontaneamente, di una propria colpa, anche inesistente. E' l'attribuzione di una colpa commessa da altr...

Atarassia

L’atarassia (dal greco “ἀταραξία”, assenza di agitazione o tranquillità) è «la perfetta pace dell’anima che nasce dalla liberazione delle passioni» secondo la f...

Masochismo

Deviazione sessuale di meta che spinge l'individuo a cercare l'eccitazione e il piacere solo attraverso la violenza fisica o morale che gli viene inflitta. Spes...

News Letters

0
condivisioni