Pubblicità

Alzheimer : individuati geni associati alla patologia

0
condivisioni

on . Postato in News di psicologia | Letto 1719 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)

 

alzheimerLa malattia di Alzheimer, la forma più comune di demenza, è caratterizzata dalla degenerazione progressiva del cervello.


Tale patologia non solo è incurabile, ma le sue origini molecolari sono ancora sconosciute.

La maggior parte delle ricerche, condotte nel corso degli anni, hanno cercato di comprendere maggiormente il motivo per cui alcune parti del cervello sono più vulnerabili alla malattia di Alzheimer rispetto ad altre.

Una delle risposte giunge da uno studio condotto presso l' ’'Università di Cambridge”, dove è stato scoperto un gene, presente in soggetti con cervello sano, il quale, in seguito ad alterazioni o modificazione può associarsi alla patologia.

I risultati potrebbero aiutare a scoprire le origini molecolari di questa malattia devastante, e possono essere utilizzati per sviluppare nuovi trattamenti preventivi da svolgere  prima della comparsa dei  sintomi.

Una delle caratteristiche della malattia di Alzheimer è l'accumulo di depositi di proteine, note come placche e grovigli, nel cervello degli individui affetti.
La degenerazione nella malattia di Alzheimer segue un modello caratteristico: a partire dalla regione entorinale si diffonde in tutte le aree neocorticali.
 
Lo studio rivela che la maggiore predizione allo sviluppo della demenza non è associata a livelli di aggregazione anormale delle proteine, ma, piuttosto, a  meccanismi di controllo  più deboli contro le proteine in questi tessuti cerebrali specifici.

La ricerca è avvenuta  attraverso l'analisi di più di 500 campioni di tessuti cerebrali sani confrontati con il tessuto dei pazienti con  Alzheimer.

Come sostiene  Rosie Freer, dottorando presso il Dipartimento di Chimica e autore principale dello studio, queste nuove scoperte possono essere utili  per prevedere anche la vulnerabilità allo sviluppo di altre partologie come la SLA, Parkinson e la demenza fronto-temporale.

 

Tratto da Science daily

 


Scrivi articoli di psicologia e psicoterapia e ti piacerebbe vederli pubblicati su Psiconline?
per sapere come fare, Clicca qui subito!

Ti è piaciuto l'articolo che hai appena letto e vuoi essere informato sulle novità che vengono pubblicate su Psiconline.it?
Iscriviti alle nostre newsletter settimanali per essere in continuo contatto con la psicologia!

Scegli come ricevere la newsletter:
I agree with the Privacy e Termini di Utilizzo
 
Pubblicità
Vuoi conoscere il nome di uno psicologo e/o psicoterapeuta che lavora nella tua città o nella tua regione? Cercalo subito su logo psicologi italiani
Corsi, Stage, Informazioni per formare e far crescere i Professionisti della Psicologia Logo PSIConline formazione

 

 

 

Tags: cervello gene demenza degenerazione proteine

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Ritieni che la tua alimentazione possa influenzare il tuo umore?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Fobie, paranoie (1579177546962…

Bibby, 40 anni Salve ho 40 anni 2 figli ho perso mia madre 10 anni fa e da allora si è acutizzato tutto paure fobie ansie ancora non ho accettato e provo fan...

Ansia e panico (1579815239457)

Mmonic, 17 anni   Vi contatto perché non so come fare, come reagire e come trovare una soluzione. Negli ultimi mesi ho il terrore di andare a scuola f...

Ho paura delle conseguenze di …

Orchidea55, 20 anni     Salve Dott.re/ssa, innanzitutto vorrei ringraziarvi  per il servizio che offrite.Sono una ragazza di 20 anni. Non ho...

Area Professionale

Il Test del Villaggio come tec…

La ripetizione e la trasformazione nello spazio e nel tempo Il test del Villaggio è composto da un kit di 200 pezzi di legno colorato raffiguranti edifici (cas...

Psicologo Faber

Lo psicologo non è solo quello che cura ma, in senso più ampio, è interessato al benessere e alla crescita tanto delle singole persone quanto delle comunità. Co...

Psicologi che fanno video: ste…

Proseguono i consigli di Stefano Paolillo agli psicologi che fanno video e che desiderano utilizzarli nella promozione della loro attività professionale Nel pr...

Le parole della Psicologia

Lallazione

Indica quella fase di sviluppo del linguaggio infantile, che comincia all’incirca intorno al quarto-quinto mese di vita, e che consiste nell’emissione di suoni...

Nevrastenia

Termine introdotto dal medico statunitense Beard, nel 1884, per designare un quadro clinico, caratterizzato da stanchezza fisica e mentale, irritabilità, insonn...

Acalculia

L'acalculia è un deficit di calcolo mentale e scritto. Il termine acalculia è apparso per la prima volta nel 1925, proposto da Henschen, il quale la definì c...

News Letters

0
condivisioni