Pubblicità

Alzheimer : individuati geni associati alla patologia

0
condivisioni

on . Postato in News di psicologia | Letto 1939 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)

 

alzheimerLa malattia di Alzheimer, la forma più comune di demenza, è caratterizzata dalla degenerazione progressiva del cervello.


Tale patologia non solo è incurabile, ma le sue origini molecolari sono ancora sconosciute.

La maggior parte delle ricerche, condotte nel corso degli anni, hanno cercato di comprendere maggiormente il motivo per cui alcune parti del cervello sono più vulnerabili alla malattia di Alzheimer rispetto ad altre.

Una delle risposte giunge da uno studio condotto presso l' ’'Università di Cambridge”, dove è stato scoperto un gene, presente in soggetti con cervello sano, il quale, in seguito ad alterazioni o modificazione può associarsi alla patologia.

I risultati potrebbero aiutare a scoprire le origini molecolari di questa malattia devastante, e possono essere utilizzati per sviluppare nuovi trattamenti preventivi da svolgere  prima della comparsa dei  sintomi.

Una delle caratteristiche della malattia di Alzheimer è l'accumulo di depositi di proteine, note come placche e grovigli, nel cervello degli individui affetti.
La degenerazione nella malattia di Alzheimer segue un modello caratteristico: a partire dalla regione entorinale si diffonde in tutte le aree neocorticali.
 
Lo studio rivela che la maggiore predizione allo sviluppo della demenza non è associata a livelli di aggregazione anormale delle proteine, ma, piuttosto, a  meccanismi di controllo  più deboli contro le proteine in questi tessuti cerebrali specifici.

La ricerca è avvenuta  attraverso l'analisi di più di 500 campioni di tessuti cerebrali sani confrontati con il tessuto dei pazienti con  Alzheimer.

Come sostiene  Rosie Freer, dottorando presso il Dipartimento di Chimica e autore principale dello studio, queste nuove scoperte possono essere utili  per prevedere anche la vulnerabilità allo sviluppo di altre partologie come la SLA, Parkinson e la demenza fronto-temporale.

 

Tratto da Science daily

 


Scrivi articoli di psicologia e psicoterapia e ti piacerebbe vederli pubblicati su Psiconline?
per sapere come fare, Clicca qui subito!

Ti è piaciuto l'articolo che hai appena letto e vuoi essere informato sulle novità che vengono pubblicate su Psiconline.it?
Iscriviti alle nostre newsletter settimanali per essere in continuo contatto con la psicologia!

Scegli come ricevere la newsletter:
I agree with the Privacy e Termini di Utilizzo
 
Pubblicità
Stai cercando un pubblico specifico interessato alle tue iniziative nel campo della psicologia?
Sei nel posto giusto.
Attiva una campagna pubblicitaria su Psiconline
logo psicologi italiani
Corsi, Stage, Informazioni per formare e far crescere i Professionisti della Psicologia Logo PSIConline formazione

 

 

 

Tags: cervello gene demenza degenerazione proteine

0
condivisioni

Guarda anche...

Sessuologia

Ruolo di genere: teorie e sviluppo

Come si sviluppano le differenze di genere durante gli anni dell'infanzia e quali linee teoriche sono state proposte sulla base dello sviluppo del ruolo di genere? Un articolo per saperne di più....

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Quanto sei soddisfatto del tuo lavoro?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Problemi con marito [162342796…

Viola, 38 anni     Buongiorno, avrei bisogno di un consulto per dei problemi con mio marito.Mio marito è molto irascibile ma oltre a urlare no...

Ansia e paura nella guida [162…

Clarissa, 22 anni       Salve, vi scrivo perchè da un paio di mesi sto facendo le guide in autoscuola ma la sto vivendo un po' male...

Sensazione di essere preso in …

  Michele, 75 anni     Gent.mo Dott., sono un musicista (ed ex bancario). Da un po' di tempo mi reco presso un negozio saltuariamente do...

Area Professionale

La trasmissione intergenerazio…

Modificazioni epigenetiche nei figli di sopravvissuti all’Olocausto I figli di persone traumatizzate hanno un rischio maggiore di sviluppare il disturbo post-t...

Il Protocollo CNOP-MIUR e gli …

di Catello Parmentola CNOP e MIUR hanno firmato nel 2020 un Protocollo d'intesa per il supporto psicologico nelle istituzioni scolastiche. Evento molto positiv...

Come gestire il transfert nega…

Per non soccombere alle proiezioni negative del transfert, lo psicoterapeuta deve conoscere con convinzione ciò che appartiene alla psiche del paziente e ciò ch...

Le parole della Psicologia

Anorgasmia

Con il termine “anorgasmia” si fa riferimento alla mancanza e/o assenza di orgasmo, intesa come difficoltà o incapacità a raggiungere l'orgasmo.  Il termi...

Bulimia

La bulimia è, insieme all’anoressia, uno dei più importanti disturbi del comportamento alimentare. L’etimologia della parola “bulimia” deriva dai termini grec...

Sindrome di Munchausen

S'intende un disturbo psichiatrico in cui le persone colpite fingono la malattia od un trauma psicologico per attirare attenzione e simpatia verso di sé. A vol...

News Letters

0
condivisioni