Pubblicità

Regali di Natale di futura generazione: i nuovi giocattoli

0
condivisioni

on . Postato in News di psicologia | Letto 620 volte

5 1 1 1 1 1 Votazione 5.00 (1 Voto)

I giocattoli del futuro, controllati dalla mente: la prossima generazione di regali di Natale.

giocattoliLa futura generazione di giocattoli potrebbe essere controllata dal potere della mente, grazie alla ricerca dell'Università di Warwick.

Sotto la guida del professor Christopher James, direttore di Warwick Engineering in Biomedicine presso la School of Engineering, è stata sviluppata una nuova tecnologia che consente di attivare dispositivi elettronici utilizzando gli impulsi elettrici delle onde cerebrali; che è in grado di collegare i nostri pensieri a sistemi computerizzati.

Alcuni dei giocattoli più popolari sulle liste dei bambini per Babbo Natale - come auto telecomandate ed elicotteri, robot giocattolo e set da corsa Scalextric  - possono quindi, essere controllati tramite delle cuffie, usando "il potere del pensiero".

Pubblicità

Questo meccanismo legato al “controllo mentale” degli oggetti, è legato alla regolazione dei differenti livelli di concentrazione degli individui.

Invece di un controller manuale, veniva utilizzato un auricolare per creare un'interfaccia <<cervello-computer>> (brain-computer) – ossia, un collegamento per la comunicazione tra il cervello umano e il dispositivo computerizzato. I sensori nella cuffia misuravano gli impulsi elettrici che provenivano dal cervello a varie frequenze diverse - ciascuna frequenza poteva essere controllata in qualche modo, in circostanze particolari.

Questa attività veniva quindi elaborata da un computer ed amplificata e inserita nel circuito elettrico del giocattolo elettronico.

Il professor James ha così commento, in un’intervista, riguardo il potenziale futuro di questa tecnologia:

"Mentre le interfacce cervello-computer esistono già - ci sono già alcune cuffie da gioco sul mercato - la loro funzionalità è stata piuttosto limitata. Una nuova ricerca sta facendo sì che le cuffie ora leggano segnali più puliti e più forti che mai - questo significa collegamenti più forti al giocattolo, al gioco o all'azione, rendendola così un'esperienza molto coinvolgente.

"La parte eccitante è ciò che viene dopo, molto prima che iniziamo a sbloccare la porta principale o rispondere al telefono attraverso interfacce cervello-computer?"


Tratto da PsyPost

 

(Traduzione e adattamento a cura della Dottoressa Emanuela Torrente)

 

Ti è piaciuto l'articolo che hai appena letto e vuoi essere informato sulle novità che vengono pubblicate su Psiconline.it?
Iscriviti alle nostre newsletter settimanali per essere in continuo contatto con la psicologia!

I agree with the Privacy e Termini di Utilizzo
 
Pubblicità
Vuoi conoscere il nome di uno psicologo e/o psicoterapeuta
che lavora nella tua città o nella tua regione?
Cercalo subito su

logo psicologi italiani
Corsi, Stage, Informazioni per formare e far crescere i Professionisti della Psicologia
Logo PSIConline formazione

 

 

Tags: mente Natale controllo generazione news di psicologia giocattoli;

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Come reagisci allo stress?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Ansia di perdere i propri cari…

Rita, 22     Salve, parlo a nome del mio fidanzato che non sa che sto scrivendo qui. ...

Madre (1540532640215)

Giusi, 60     Non riusciamo a relazionarci con nostro figlio di 31 anni. ...

Senso di colpa di per aver det…

Delia, 36     Mio figlio di tre anni e mezzo, sta avendo difficoltà ad ambientarsi alla scuola materna. ...

Area Professionale

La legge 4/2013 ha davvero nor…

Molto si è parlato a riguardo della legge 4/2013 che cerca di dare un inquadramento legislativo alle professioni non organizzate in ordini e collegi. Con que...

Il counselling non può essere …

Maria Sellini, Segretario Generale dell'AUPI, ha inviato una lettera al Quotidiano Sanità affrontando il problema del counselling. La riportiamo integralmente, ...

Pazienti che provengono da pre…

Un breve articolo dedicato a psicologi e psicoterapeuti che si trovano a lavorare con pazienti che provengono da precedenti relazioni psicoterapeutiche e/o sono...

Le parole della Psicologia

Misofonia

La misofonia, che letteralmente significa “odio per i suoni”,  è una forma di ridotta tolleranza al suono. Si ritiene possa essere un disturbo neurologico...

Afasia

L’afasia è un disturbo della formulazione e della comprensione di messaggi linguistici, che consegue a lesioni focali cerebrali, in persone che avevano in pre...

Introiezione

Introiezione è un termine di origine psicoanalitica, con il quale si intende quel processo inconscio, per cui l’Io incamera e fa proprie le rappresentazioni men...

News Letters

0
condivisioni