Pubblicità

Problemi con mio padre (1457446001576)

0
condivisioni

on . Postato in Relazioni, Coppia, Famiglia | Letto 863 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)

le risposte dellespertoCarlotta, 40

 

D

 


Sono una donna di 40 anni e vivo con mio padre vedovo: purtroppo non riesco ad andare via da casa perché le mie entrate sono insufficienti per poter vivere sola e quindi mi sento costretta a stare con lui.

Qualche mese fa ho avuto una relazione con un uomo e mi ero confidata con mio padre informandolo della cosa. Purtroppo ho scoperto che lui era sposato e la cosa mi ha provata psicologicamente.

Adesso sto meglio ma non con mio padre. In pratica è terrorizzato che io riveda questa persona. Ma non è solo questo: cioè è diventato morboso.
Se ricevo una telefonata mi fa il terzo grado su chi era e perché ho detto certe cose. Se faccio tardi è perché sono stata con lui. Se dico che esco con le amiche in realtà sto uscendo con lui. Fruga perfino nella mia borsa. Io non ce la faccio più a vivere così; non mi sembra l'atteggiamento di un padre.

L'epilogo di questa storia è che quest'uomo ha lasciato la moglie per stare con me (e mi ha dato le prove di averlo fatto) ed io per vederlo devo fare i salti mortali, come farmi prendere all'angolo della strada per non farmi vedere o vestirmi in cantina se mi sono tirata un po' di più.

Insomma, la mia vita è diventata difficilissima. Non so come comportarmi perché adesso andare via per stare con lui è prematuro in quanto ci sono delle cose da sistemare. Ma io così sto vivendo malissimo.

Come posso comportarmi? Più che un padre mi sembra un marito geloso e così non va bene.
Provo a spiegarmi meglio: capita che esca DAVVERO con le mie amiche ma lui sospetta sempre. E se mi telefonano mi sento dire "chi era?" con un tono da interrogatorio.

 


consulenza psicologica

Vuoi richiedere una consulenza gratuita online ai nostri Esperti?
Clicca qui e segui le istruzioni. Ti risponderemo al piu' presto!

 

Pubblicità

 


 

R




Gentile Carlotta,
È molto complicato trovarsi in una situazione di dipendenze e ottenere il proprio spazio.

Essendo lei figlia, sembrerebbe che vivere in casa con suo padre impedisca alla vostra relazione di evolvere verso un cammino di differenziazione e dove lei non è piu soltanto una figlia ma una donna che compie le sue scelte. Probabilmente la situazione sentimentale di suo padre, vedovo e senza una compagnia accentua l’intromissione nelle sue faccende e mettere dei confini ben delineati non dove essere semplice. 

Crede che suo padre non accetterà mai questa sua relazione? Potete consultare degli specialisti per affrontare l’argomento? Può trovare un modo di uscire da casa?
Il dialogo è spesso la migliore delle soluzioni, rifletta se anche lei, in qualche modo, non si sente di dover occupare quella posizione rispetto a suo padre e non riesce ad imporsi diversamente.

Far accettare le proprie scelte è un percorso, non sempre scontato ma che con fatica si può ottenere. 

 

(a cura della Dottoressa Luisa Bonomi)

 

Pubblicato in data 31/03/2016

 


Scrivi articoli di psicologia e psicoterapia e ti piacerebbe vederli pubblicati su Psiconline?
per sapere come fare, Clicca qui subito!

Ti è piaciuto l'articolo che hai appena letto e vuoi essere informato sulle novità che vengono pubblicate su Psiconline.it?
Iscriviti alle nostre newsletter settimanali per essere in continuo contatto con la psicologia!

Scegli come ricevere la newsletter:
I agree with the Privacy e Termini di Utilizzo
 
Pubblicità
Vuoi conoscere il nome di uno psicologo e/o psicoterapeuta che lavora nella tua città o nella tua regione? Cercalo subito su logo psicologi italiani
Corsi, Stage, Informazioni per formare e far crescere i Professionisti della Psicologia Logo PSIConline formazione

 

 

 

Tags: padre problemi relazione vita situazione sentimentale dialogo vedovo marito geloso interrogatorio differenziazione

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

informarsi sul web, quando si ha un problema psicologico

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Fobie, paranoie (1579177546962…

Bibby, 40 anni Salve ho 40 anni 2 figli ho perso mia madre 10 anni fa e da allora si è acutizzato tutto paure fobie ansie ancora non ho accettato e provo fan...

Ansia e panico (1579815239457)

Mmonic, 17 anni   Vi contatto perché non so come fare, come reagire e come trovare una soluzione. Negli ultimi mesi ho il terrore di andare a scuola f...

Ho paura delle conseguenze di …

Orchidea55, 20 anni     Salve Dott.re/ssa, innanzitutto vorrei ringraziarvi  per il servizio che offrite.Sono una ragazza di 20 anni. Non ho...

Area Professionale

L’intervento psicologico clini…

Il periodo di emergenza e di pandemia che stiamo affrontando ha imposto una rivisitazione, da parte degli operatori, dei criteri di gestione dell'approccio clin...

E' esplosa la psicologia onlin…

In piena crisi mondiale da Coronavirus è improvvisamente esplosa la psicologia online. Su consiglio del CNOP e obbligati dalle circostanze, molti psicologi e ps...

Gli psicologi nell'emergenza. …

Monica Isabella Ventura, Presidente di Psicologi Emergenza Abruzzo (PEA), ripercorre in poche righe l'esperienza diretta degli psicologi abruzzesi di fronte all...

Le parole della Psicologia

Psicosomatica

La psicosomatica è una branca della psicologia che ha  lo scopo di identificare  la connessione tra un disturbo somatico e la sua natura psicologica. ...

Isteria

L'isteria è una sindrome psiconevrotica, caratterizzata da manifestazioni somatiche e psichiche, che insorgono generalmente sulla base di una personalità isteri...

Masochismo

Deviazione sessuale di meta che spinge l'individuo a cercare l'eccitazione e il piacere solo attraverso la violenza fisica o morale che gli viene inflitta. Spes...

News Letters

0
condivisioni