Pubblicità

Identità di genere (1456762935588)

0
condivisioni

on . Postato in Sessualità | Letto 825 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)

le risposte dellesperto

Tea, 30

 

D

 

 

Cari signori psicologi,

vi scrivo perché vorrei raccontarvi la mia vicenda personale.Da tempo mi sento scoraggiata ed amareggiata, ho problemi di salute, mi sento depressa, ansiosa e soffro di attacchi di panico.

Tutto risale al periodo infantile; quando avevo 5 anni  mi sono resa conto di soffrire di una problematica di genere: mi sentivo maschio e mi piacevano le femmine.Essendo cresciuta con i miei nonni paterni non ho mai detto a nessuno ciò che provavo dentro, convinta che non mi avrebbero mai capita.

Ho sottaciuto questa verità anche ai miei genitori, anche se la mia identità nel periodo adolescenziale si faceva sentire in modo prepotente e devastante e spesso questa cosa mi faceva molto male.

Non mi sono mai rivolta ad uno psicologo; solo ultimamente ci sono andata, ma la psicologa si è rivelata un’incompetente. Mi aveva consigliato di cercare, di trovare la mia identità da sola, mi consigliava di vestirmi da femmina e di truccarmi e vedere come mi sentissi e cosa provassi.

Ho addirittura fatto delle chat erotiche e telefonate erotiche per cercare la mia identità; ho fatto delle cose anche con delle ragazze.
Le uniche esperienze sessuali che ho avuto risalgono alle elementari e riguardano la masturbazione; solo due volte sono andata con delle donne, ma sono sempre stata attratta da loro sia a livello fisico che emotivo.

Ho avuto un rapporto affettivo con un ragazzo, ma sempre con vestiti addosso. Da molto tempo ho lasciato perdere le chat e telefonate erotiche perchè mi sentivo sporca, sbagliata e mi facevo schifo da sola. Ho lasciato anche perdere la psicologa, ma adesso sto peggio di prima; ho 30 anni e sebbene mi dico che posso vivere, non è importante sapere cosa sono e cosa voglio, vorrei un po’ far luce sulla mia identità.

Spesso, e non mi spiego perché, ho immagini di volti maschili in testa, molte volte faccio sogni erotici con maschi. Nella vita reale però non mi dicono nulla gli uomini in nessun senso, anzi mi danno fastidio, diciamo mi sono indifferenti; ma anche le donne e non ci capisco più nulla perché prima le donne mi attraevano e le desideravo moltissimo.

Poi forse il contesto culturale e sociale, la fede, la famiglia, mi hanno portata su certe cose, mi hanno forzata a farmi piacere i maschi che però nella realtà non mi dicono nulla, anzi mi danno sui nervi.

Mi chiedo come è possibile che non provo più nulla, non mi eccito più,non ne sono più attratta da tempo. Poi non mi sento marcatamente maschio, non posso dire di sentirmi totalmente femmina, ma neanche maschio. Non so cosa mi sta succedendo.. so per certo che sin da piccola mi sentivo maschio, ero molto attratta dalle femmine fino ai 22 anni.

Mi sentivo talmente maschio che a 18 anni volevo operarmi per diventare maschio a tutti gli effetti, ho tentato anche una volta il suicidio e di nascosto delle volte indossavo indumenti maschili. Le prime cotte sono state per le femmine; in genere con le donne ho avuto sempre una migliore intesa sessuale ed affettiva, mi sono sempre sentita meglio.

Vorrei chiedervi se realmente io potrei essere transessuale. Sta di fatto che sin da piccola se vedevo i maschi li vedevo uguali a me e mi sentivo identica a loro, mentre mi sentivo diversa dalle femmine.Vorrei sapere se si può trattare di transessualità, dato che la psicologa dalla quale andavo mi disse che si vedeva che ero transessuale dal viso che era maschile e dalla voce.

Potrei essere transessuale? E mi chiedo: perché non sento più così forte il mio essere maschile e l’attrazione verso le femmine? E come faccio a scoprire la mia identità? Un’altra cosa che vi chiedo è se i condizionamenti sociali possono avermi fatto passare l’attrazione verso le femmine e se posso essermi imposta di pensare ai maschi.

Ed il volto maschile che mi viene sempre in mente può essere il mio io maschile che si fa presente? Il fatto di sognarmi con dei maschi può essere un mio sognare la mia identità maschile?

Grazie mille,
Tea85

 

 


consulenza psicologica

Vuoi richiedere una consulenza gratuita online ai nostri Esperti?
Clicca qui e segui le istruzioni. Ti risponderemo al piu' presto!

 

Pubblicità

 

R

 

 

Gentile Tea 85,
il quadro che presenta è piuttosto complesso e denso di sofferenza.

Per la mia esperienza e per le informazioni che lei sottopone, il problema dell'orientamento sessuale è la punta dell'iceberg di una situazione molto più ampia.Ho la sensazione che le  difficoltà indicate siano da mettere in relazione con un insieme di fattori, quali, ad esempio: solitudine e isolamento, impossibilità ad avere relazioni positive durante i primi anni di vita e non solo...

Ora sembra che molti "nodi vengano al pettine" e forse si focalizzano sul tema dell'identità sessuale, che è un fattore estremamente importante nell'equilibrio di un individuo, ma non può mai essere l'unico elemento da prendere in considerazione.

Lei domanda se  i condizionamenti sociali possono aver influenza sul suo modo di rapportarsi con altre persone: è molto probabile  un' influenza , ma il condizionamento può agire su un terreno favorevole, e da quanto scrive sembrerebbe che lei possa essere fin troppo disponibile ad essere condizionata!

Credo che data la mole di sofferenza che l'affligge l'unica via sia rivolgersi ad un professionista esperto ( scegliendo fra gli psicoterapeuti iscritti all'albo degli psicologi della sua regione - preferendo magari chi offre il primo colloquio gratuito, in modo parlare con più di uno e  capire con chi  si crea quella condizione  di "fiducia"  essenziale per il percorso che dovrà fare)

Augurandole ogni bene, la saluto.
S. Bertini

 

(A cura della Dottoressa Susanna Bertini)

 

Publicato in data 01/04/2016

 

Ti è piaciuto l'articolo che hai appena letto e vuoi essere informato sulle novità che vengono pubblicate su Psiconline.it?
Iscriviti alle nostre newsletter settimanali per essere in continuo contatto con la psicologia!

I agree with the Privacy e Termini di Utilizzo
 
Pubblicità
Vuoi conoscere il nome di uno psicologo e/o psicoterapeuta
che lavora nella tua città o nella tua regione?
Cercalo subito su

logo psicologi italiani
Corsi, Stage, Informazioni per formare e far crescere i Professionisti della Psicologia
Logo PSIConline formazione

 

 

 

 

 

 

Tags: genitori donne famiglia periodo infantile transessuale

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Le festività ti aiutano a stare meglio?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Adolescente invisibile (154452…

Luisa, 50     Sono madre di un ragazzo di quasi diciassette anni, situazione familiare conflittuale con un padre/bambino, geloso dell'amore di un...

Fuori da ogni gioco (154369450…

Elgiro, 59     Altro. Non saprei in che altra categoria infilarmi. Alla mia età, dopo aver provato e riprovato, ci si sente stanchi, rabbiosi e o...

Non so piu' che fare (15433284…

Gigia 2019, 32     Buongiorno, io ho bisogno di aiuto . Voglio farla finita perche' non riesco piu' a reggere le mie giornate da incubo con un uo...

Area Professionale

Distinguere tra disturbo evolu…

È difficile distinguere tra disturbo evolutivo e difficoltà di lettura? Significatività clinica di un Trattamento di Difficoltà di Lettura in soggetto di quarta...

La legge 4/2013 ha davvero nor…

Molto si è parlato a riguardo della legge 4/2013 che cerca di dare un inquadramento legislativo alle professioni non organizzate in ordini e collegi. Con que...

Il counselling non può essere …

Maria Sellini, Segretario Generale dell'AUPI, ha inviato una lettera al Quotidiano Sanità affrontando il problema del counselling. La riportiamo integralmente, ...

Le parole della Psicologia

Flooding

Indica una tecnica cognitivo-comportamentale che consiste nell'esposizione ripetuta del soggetto allo stimolo a valenza fobica, senza che vi sia per lui possibi...

Schema corporeo

  Il termine schema corporeo definisce una rappresentazione cognitiva inconsapevole della posizione e dell'estensione del corpo nello spazio e dell'organi...

Sindrome di Munchausen

S'intende un disturbo psichiatrico in cui le persone colpite fingono la malattia od un trauma psicologico per attirare attenzione e simpatia verso di sé. A vol...

News Letters

0
condivisioni