Pubblicità

Un po 'di gentilezza fa molto per le prestazioni e la salute dei lavoratori

0
condivisioni

on . Postato in News di psicologia | Letto 923 volte

5 1 1 1 1 1 Votazione 5.00 (1 Voto)

Secondo un team internazionale di ricercatori, piccoli gesti di gentilezza da parte dei datori di lavoro possono avere un grande impatto sulla salute dei dipendenti e sulle prestazioni lavorative.

gentilezza prestazioni lavoratori

Il team ha esaminato specificamente gli effetti dei datori di lavoro che hanno apportato miglioramenti (con della frutta fresca) ai pranzi di autisti di autobus in Cina, e hanno scoperto che ciò ha ridotto la depressione tra i conducenti e ha aumentato la loro fiducia nelle prestazioni lavorative.


"Una soluzione definitiva per migliorare le prestazioni e la salute dei lavoratori potrebbe essere un aumento dei salari o una riduzione dei carichi di lavoro, ma quando tali soluzioni non sono realizzabili, abbiamo scoperto che anche piccole cose possono fare una grande differenza", ha affermato Bu Zhong, professore associato di giornalismo presso il Penn State.

Secondo Zhong, gli autisti di autobus sono vulnerabili a problemi di salute specifici dovuti in gran parte al loro ambiente di lavoro stressante, che spesso include orari dei turni irregolari, condizioni del traffico imprevedibili e orari dei pasti casuali. Inoltre, la natura sedentaria della guida e la continua vibrazione di tutto il corpo contribuiscono a affaticamento, problemi muscoloscheletrici come mal di schiena, malattie cardiovascolari e problemi gastrointestinali.

Zhong e i suoi colleghi hanno condotto un esperimento, a Shenzen, con 86 autisti di autobus.  Durante l'esperimento, agli autisti sono stati dati, oltre al tipico pranzo al sacco che non include frutta, una porzione di frutta fresca (una mela o una banana) per tre settimane. Il costo del frutto era di 73 centesimi a pasto.

Il team ha distribuito dei sondaggi agli autisti in tre intervalli di tempo diversi: una settimana prima dell'inizio dell'esperimento, nel mezzo dell'esperimento di tre settimane e una settimana dopo la fine dell'esperimento. I risultati compaiono oggi sull'International Journal of Occupational Safety and Ergonomics.

Pubblicità


I ricercatori hanno valutato la depressione con un questionario sulla salute personale raccomandato dai centri statunitensi per il controllo e la prevenzione delle malattie (U.S. Centers for Disease Control and Prevention). La scala consisteva di otto voci, e chiedevano ai partecipanti di valutare, ad esempio, con quale frequenza nelle ultime due settimane si sono sentiti depressi o senza speranza e avevano avuto difficoltà ad addormentarsi o dormire.

"I conducenti di autobus hanno riportato una riduzione significativa dei livelli di depressione una settimana dopo la fine degli esperimenti, rispetto a una settimana prima dell'inizio", ha detto Zhong.

Il team ha misurato l'autoefficacia, ossia la fiducia percepita e la capacità di attuare le azioni e i compiti necessari in modo da raggiungere obiettivi specifici, utilizzando la 10-item General Self-Efficacy Scale. Gli item su questa scala includevano "Posso sempre riuscire a risolvere problemi difficili se ci provo abbastanza" e "Di solito riesco a gestire qualunque cosa mi capiti".

"Abbiamo scoperto che l'autoefficacia era significativamente più alta durante la settimana dell'esperimento, rispetto alla settimana dopo la fine dell'esperimento", ha detto Zhong.

Zhong ha concluso che, può sembrare banale, ma mangiare una mela in più nell'ora di pranzo, può avere un grande impatto.

"Questa ricerca suggerisce che i dipendenti possono essere sensibili a qualsiasi miglioramento sul posto di lavoro", ha detto. "Prima che si trovi una soluzione definitiva, alcuni piccoli passi possono fare la differenza: una mela alla volta."



Fonte:

  • Penn State. "A little kindness goes a long way for worker performance and health". PennStateNews. 11 September 2019.



Articolo a cura del dottor Andrea di Maio




Scrivi articoli di psicologia e psicoterapia e ti piacerebbe vederli pubblicati su Psiconline?
per sapere come fare, Clicca qui subito!

Ti è piaciuto l'articolo che hai appena letto e vuoi essere informato sulle novità che vengono pubblicate su Psiconline.it?
Iscriviti alle nostre newsletter settimanali per essere in continuo contatto con la psicologia!

Scegli come ricevere la newsletter:
I agree with the Privacy e Termini di Utilizzo
 
Pubblicità
Vuoi conoscere il nome di uno psicologo e/o psicoterapeuta che lavora nella tua città o nella tua regione? Cercalo subito su logo psicologi italiani
Corsi, Stage, Informazioni per formare e far crescere i Professionisti della Psicologia Logo PSIConline formazione

 

 

 

Tags: lavoro, prestazioni news di psicologia

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Le festività ti aiutano a stare meglio?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Fobie, paranoie (1579177546962…

Bibby, 40 anni Salve ho 40 anni 2 figli ho perso mia madre 10 anni fa e da allora si è acutizzato tutto paure fobie ansie ancora non ho accettato e provo fan...

Ansia e panico (1579815239457)

Mmonic, 17 anni   Vi contatto perché non so come fare, come reagire e come trovare una soluzione. Negli ultimi mesi ho il terrore di andare a scuola f...

Ho paura delle conseguenze di …

Orchidea55, 20 anni     Salve Dott.re/ssa, innanzitutto vorrei ringraziarvi  per il servizio che offrite.Sono una ragazza di 20 anni. Non ho...

Area Professionale

Gli psicologi nell'emergenza. …

Monica Isabella Ventura, Presidente di Psicologi Emergenza Abruzzo (PEA), ripercorre in poche righe l'esperienza diretta degli psicologi abruzzesi di fronte all...

Quello che emerge nell’emergen…

L'emergenza per il Covid-19 ha portato la comunità degli psicologi ad applicare nuove e più attuali forme di sostegno psicologico. Una riflessione sulle implica...

Il Test del Villaggio come tec…

La ripetizione e la trasformazione nello spazio e nel tempo Il test del Villaggio è composto da un kit di 200 pezzi di legno colorato raffiguranti edifici (cas...

Le parole della Psicologia

Oblio

L'oblio è un processo naturale di perdita dei ricordi per attenuazione, modificazione o cancellazione delle tracce mnemoniche, causato dal passare del tempo tra...

Gruppi self-help

Strutture di piccolo gruppo, a base volontaria, finalizzate all’aiuto reciproco e al raggiungimento di scopi particolari I gruppi di self-help (definiti anche ...

Disturbo post-traumatico da st…

I principali sintomi associati al Disturbo post-traumatico da stress possono essere raggruppati in tre specie: ...

News Letters

0
condivisioni